Intossicazione da monossido, una famiglia in ospedale

È successo in via San Bartolomeo del Fossato, a Sampierdarena: tre le persone portate al San Martino e ricoverate in codice rosso

Tre persone sono state portate in ospedale lunedì mattina per una sospetta intossicazione da monossido di carbonio.

Si tratta di una famiglia composta da madre, padre e figlia di  57, 54 e 26 anni residenti in via San Bartolomeo del Fossato, a Sampierdarena. A chiedere aiuto sono stati proprio loro, che al 112 hanno segnalato un malessere che ha subito lasciato pensare al monossido.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco insieme con le ambulanze inviate dal 118, che hanno accompagnato i tre - coscienti e reattivi - al San Martino, dove sono stati ricoverati in codice rosso e dove verranno sottoposti al trattamento in camera iperbarica. Le loro condizioni sono stabili e non gravi, leggermente più critiche quelle del padre.

Da chiarire adesso che cosa abbia causato l'intossicazione: con tutta probabilità si è trattato di un guasto alla calderina.

Potrebbe interessarti

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • «Ti ricordi di me?», poi spara all'ex moglie e la uccide. Caccia all'uomo

Torna su
GenovaToday è in caricamento