Sampierdarena, al via l'ordinanza antialcol. I residenti in piazza per la sicurezza

I sampierdarenesi scendono in campo per chiedere più controlli e il rispetto delle ordinanze emesse da Tursi: appuntamento il 6 maggio alle 18 in piazza Barabino, per un corteo organizzato dalle Officine

L’appuntamento è per domani alle 18 in piazza Barabino, dove i residenti di Sampierdarena si riuniranno per ribadire ancora una volta la volontà di rendere il quartiere “più vivibile e legale”, chiedendo a Tursi maggiori controlli e il rispetto delle tanto attese ordinanze emanate dal Comune ed entrate in vigore il 4 maggio.

La manifestazione, che vedrà i residenti sfilare in corteo per le vie del quartiere, da via Buranello a via Giovanetti passando per via Chiesa e via Fiamme Gialle, è stata organizzata dalle Officine Sampierdarenesi, che nei giorni scorsi hanno dato vita a una vera e propria campagna di sensibilizzazione distribuendo oltre 15.000 volantini, passando parola su Facebook e invitando quanti più genovesi a partecipare all’iniziativa: lo scopo è dimostrare tutto l’attaccamento al territorio, e allo stesso tempo chiedere al Comune che alle parole seguano i fatti.

E dunque più controlli, soprattutto sui cosiddetti circoli culturali: in totale 19 quelli disseminati per le vie, ma quelli più problematici, come ha fatto notare il presidente del Municipio, Franco Marenco, si concentrano in via Chiesa e via Sampierdarena. Dove la musica - e l'alcol, in molti casi - scorrono a fiumi sino alle prime luci dell’alba, di fatto senza che le forze dell’ordine possano intervenire per non rischiar di violare diritti costituzionali. I circoli culturali sono infatti tutelati come libera forma di aggregazione, e non seguono la stessa regolamentazione dei bar e dei locali notturni, che dopo l’entrata in vigore delle nuove ordinanze (che riguardano anche il centro storico) dovranno sospendere la somministrazione di bevande alcoliche all’una nei giorni feriali, alle 2 nei giorni festivi

Unico provvedimento adottabile per i circoli culturali, abbassare il volume della musica a partire dalle 24: troppo poco per i sampierdarenesi, che chiedono un ulteriore giro di vite su quella che è ormai diventata una vera e propria piaga per il quartiere: «Dopo la tardiva emanazione delle ordinanze sindacali che renderanno esecutivo il nuovo regolamento contro i circoli pseudo-culturali e l’abuso di alcool, al fine di evitare che anche questo strumento rimanga carta straccia, pretendiamo gli opportuni controlli, interventi immediati, efficaci, risolutivi e permanenti e la tempestiva attivazione del Comitato Municipale sulla Sicurezza», hanno fatto sapere dalle Officine, che si preparano a scendere in piazza per difendere il quartiere in una manifestazione cui Alice Salvatore e Marco De Ferrari, portavoce del Movimento 5 Stelle, hanno già annunciato di voler partecipare.

Turai intanto ha avviato una campagna informativa proprio sulle ordinanze, distribuendo alcuni depliant che ne illustrano il contenuto e che verranno distribuiti per una settimana (in allegato il volantino di Sampierdarena), con la premessa che “l’amministrazione è sempre disponibile a incontrare le associazioni di categoria per qualsiasi chiarimento”.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

Torna su
GenovaToday è in caricamento