Tenta di strangolare la moglie davanti ai figli, in manette marito violento

A dare l'allarme è stata una donna di 34 anni, aggredita a pugni e schiaffi e poi presa per il collo dal compagno 38enne, tornato a casa ubriaco

Gli uomini della Polizia di Stato hanno arrestato la scorsa notte un 38enne di origini ecuadoriane residente a Sampierdarena che si è scagliato contro la moglie 34enne prendendola a pugni e stringendole le mani intorno al collo davanti ai tre figli.

A chiamare il 112 è stata proprio la donna intorno alla mezzanotte di giovedì: al telefono con gli operatori, la 34enne ha raccontato di essere appena stata aggredita dal marito, che una volta arrivato a casa, visibilmente ubriaco, l’ha prima strattonata, e poi l’ha spinta sul letto iniziando a tempestarla di pugni e schiaffi, stringendole il collo con forza.

Alla fine, soltanto l’intervento dei figli della coppia è riuscito a placare l’uomo il tempo sufficiente a lasciare la presa per consentire alla madre di fuggire e chiamare i soccorsi. La donna è stata immediatamente accompagnata all’ospedale Villa Scassi, dove è stata medicata e dimessa con un prognosi di 15 giorni, ed è poi andata in questura, dove ha raccontato i continui maltrattamenti di cui è stata vittima in lunghi anni.

Da ulteriori accertamenti è infatti emerso che il marito era già stato segnalato 4 anni fa per lo stesso reato: l’uomo è stato arrestato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti