Sampierdarena, topi d’auto arrestati grazie a un residente

In manette due cittadini marocchini di 30 e 35 anni, notati in via Dondero da un abitante della zona. Bloccati dalla polizia, una volta in questura hanno dato in escandescenze

I poliziotti della questura di Genova hanno arrestato nella notte due topi d’auto entrati in azione in via Dondero, nel quartiere genovese di Sampierdarena.

A segnalare al 112 la presenza dei ladri è stato un residente della zona, che intorno alle 3 della notte tra domenica e lunedì ha notato due persone rompere i finestrini di 5 auto, introdursi all’interno e razziare l’abitacolo. 

Sul posto sono arrivate nel giro di pochi minuti tre volanti, che hanno scatenato la fuga dei due topi d’auto. Gli agenti si sono quindi messi all’inseguimento, raggiungendoli, bloccandoli e identificandoli in due cittadini del Marocco di 30 e 35 anni. Accompagnati in questura nonostante le proteste, una volta chiusi in camera di sicurezza hanno dato in escandescenze distruggendo i servizi sanitari.

Accusati di furto e danneggiamento, sono stati giudicati per direttissima in mattinata.

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

I più letti della settimana

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Bastonate al cane, smettono per le urla dei residenti

  • Pomeriggio a base di ketamina per due ventenni

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

Torna su
GenovaToday è in caricamento