Sampierdarena, il bizzarro "boom" di estintori all'istituto Barabino

Ben 62 per 200 persone e 900 metri quadri di edificio: troppi, secondo Alberto Pandolfo (PD), che ha chiesto spiegazioni in consiglio Comunale

Estintori - foto di repertorio

Un bizzarro eccesso di zelo, quello dell’istituto comprensivo Nicolò Barabino di  Sampierdarena, dove le pareti sono letteralmente tappezzate di estintori. Nello specifico, 62 per 200 persone e 900 metri quadrati di edificio disposti su tre piani: un po’ troppi, forse, tanto da spingere Alberto Pandolfo, consigliere comunale del Pd, a chiedere informazioni in consiglio Comunale.

«La quantità eccede la norma, e può costituire un pericolo dal punto di vista dell’ingombro», ha spiegato Pandolfo in Sala Rossa, interpellando l’assessore alla Scuola (con delega all’Edilizia Scolastica), Pino Boero, e chiedendo che la situazione venga riportata alla normalità il prima possibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Boero, dal canto suo, dopo avere ammesso la “stranezza” dell’eccessiva presenza di estintori, ha fornito una spiegazione: «Poiché manca la quantità di idranti prescritta dalla legge, qualcuno ha pensato di supplire con gli estintori, evidentemente eccedendo. Insieme al Municipio - ha assicurato - abbiamo nuovamente sollecitato l’attivazione degli idranti». Che dovrebbero venire installati il prima possibile, evitando così che nei corridoi della scuola, al posto di quadri e poster, facciano capolino decine di estintori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Incidente a Nervi, identificata la vittima; guidatore positivo ai test tossicologici

Torna su
GenovaToday è in caricamento