Campeggi selvaggi sul torrente, l'indomani è pieno di rifiuti abbandonati

Con la bella stagione torna a presentarsi un problema, che suscita le proteste dei residenti di Rossiglione. Gruppi organizzati si spostano da Genova per trascorrere le giornate sul torrente Stura, abbandonando poi sul posto cumuli di rifiuti

L'estate invoglia a trascorrere del tempo all'aria aperta, ma il vivere civile impone di rispettare la natura. Questo non succede a Rossiglione, dove gli abitanti sono stufi di trovare cumuli di rifiuti, abbandonati da incivili campeggiatori.

Già la scorsa estate si era presentato il problema, ma dopo l'interessamento dei media locali, la situazione era andata migliorando. Ora, a quanto pare, siamo da capo.

«Oltre a lasciare spazzatura a bordo strada - spiega una residente della zona -,troviamo auto in sosta in mezzo alla carreggiata. Siamo solo a metà luglio e già ci sono angoli di spazzatura. Il luogo incriminato è a Rossiglione, in valle Stura, precisamente in località Ciusa. Siamo esasperati e arrabbiati».

Potrebbe interessarti

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • Tentata rapina a Bolzaneto, giovane turista accoltellata davanti al figlio

Torna su
GenovaToday è in caricamento