Bagnante rischia di annegare, salvato da superstite della torre piloti

Un 66enne genovese è stato salvato in mare a Riva Trigoso da due militari della Capitaneria di porto. Uno è Alessandro Sanna, che scampò al crollo della torre piloti del porto perché sostituito

La presenza dei militari della Capitaneria di porto sulle spiagge non è solo per sanzionare bagnanti, che non rispettano le regole, ma anche una presenza importante per garantire la sicurezza degli stessi bagnanti.

Ieri mattina a Riva Trigoso, frazione di Sestri Levante, il comandante della locale Capitaneria di porto, Alessandro Sanna e Alessio Guerra si sono tuffati fra le onde senza neppure togliersi la divisa per salvare un 66enne genovese in difficoltà.

La sorte è stata benevola con il maresciallo Sanna due anni fa, quando scampò al crollo della torre piloti del porto di Genova, abbattuta dal cargo Jolly Nero, perché sostituito. Ieri l'intervento del militare è stato fondamentale per salvare un'altra vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Scantinato strapieno di piante di marijuana, la polizia cerca padre e figlio

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

Torna su
GenovaToday è in caricamento