Ristorazione scolastica: l'azienda viene multata e fa pagare le dipendenti

La Filcams Cgil si schiera dalla parte delle due lavoratrici delle mense scolastiche a cui verranno trattenuti dalla busta paga rispettivamente 500 e 250 euro. La decisione di Ladisa dopo due multe per 'non conformità del servizio'

Con una nota la Filcams Cgil Genova ha reso nota una vicenda che riguarda i lavoratori della ristorazione scolastica. In particolare, fa sapere il sindacato, la ditta Ladisa, che per il Comune di Genova gestisce più lotti della ristorazione scolastica, a seguito di due multe che le sono pervenute dalla committenza per 'non conformità del servizio', ha inviato a due sue dipendenti delle contestazioni disciplinari.

Le lavoratrici - spiega la Cgil - si sono viste attribuire una sanzione che prevede il pagamento in solido rispettivamente di 500 e 250 euro che Ladisa è pronta a trattenere dalle loro buste paga attraverso 'comode rate'. La Filcams Cgil ha contestato nell'immediato le sanzioni attraverso una nota durissima recapitata anche all'assessorato competente, mentre parallelamente si è attivata con i propri avvocati per garantire alle lavoratrici assistenza legale.

«Questo provvedimento disciplinare - scrive la Filcams Cgil Genova -, che condanniamo senza se e senza ma, rappresenta un danno enorme per queste lavoratrici, le quali vivono già una condizione di difficoltà economica per via dei part time involontari che subiscono e della sospensione estiva senza alcuna retribuzione prevista dal loro contratto individuale. Un affronto, quindi, anche moralmente e socialmente indegno».

«Per tutti questi motivi la Filcams Cgil di Genova è fermamente decisa e determinata a contrastare l’applicazione di tale sanzione con tutti i mezzi, sindacali e legali, a sua disposizione a tutela non solo delle due lavoratrici interessate oggi dal provvedimento aziendale ma anche a tutela di tutte le lavoratrici e i lavoratori del settore», conclude il sindacato.

Potrebbe interessarti

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

  • Ristoranti, vita notturna e shopping: così il Guardian promuove Genova

  • La leggenda del ponte dei suicidi a Carignano

I più letti della settimana

  • Alla Fiumara apre un nuovo negozio

  • Cibo mal conservato, chiuso ristorante

  • Accoltella un uomo alla gola, fermato da poliziotta "cintura nera"

  • Resta bloccata in un parcheggio e sfonda il cancello con l'auto

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

Torna su
GenovaToday è in caricamento