Maxi rissa nel carcere di Marassi: coinvolti 100 detenuti, 20 feriti

Gli agenti presenti, nonostante fossero solo in 40, sono riusciti a dividere i detenuti. L'allarme del sindacato di polizia: troppi eventi critici a Marassi

Si sono armati di coltelli rudimentali e hanno aspettato l'ora d'aria - poco dopo le 13 - per affrontarsi, ma la rissa è presto degenerata e si è trasformata in un vero e proprio regolamento di conti tra bande: è successo oggi nel carcere di Marassi, dove due gruppi di detenuti sudamericani e albanesi hanno scatenato una maxi rissa che ha coinvolto un centinaio di detenuti.

I poliziotti presenti, nonostante fossero solo in 40, sono riusciti a dividerli, e 20 detenuti sono finiti nell'infermeria del carcere a causa di alcune ferite riportate durante lo scontro.

La notizia è stata divulgata dai sindacati di polizia penitenziaria Uil e Uilpa, che denunciano seri problemi di sovraffollamento che creano tensioni tra detenuti, ormai all'ordine del giorno. Ormai, secondo i sindacati, gli eventi critici non si contano più soprattutto nel carcere di Marassi, una delle polveriere più "calde". Come risolvere la questione? Uil e Uilpa puntano il dito sui tagli economici che non permettono più di invewstire in ammodernamenti e nuove tecnologie, e chiedono al governo di assumere misure straordinarie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scooter contro auto della polizia, un morto

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse nei municipi Ponente e Medio Ponente, allagamenti nella notte e caos viabilità

  • Incidente al casello, un morto

  • A San Desiderio l'ultimo saluto a Luca

  • Tragedia a Borzoli, neonata muore nella notte

Torna su
GenovaToday è in caricamento