Ripetitore incendiato sul Righi, aperta inchiesta per terrorismo

Il rogo è stato rivendicato su alcuni siti di matrice anarchica

Dopo la rivendicazione su alcuni siti di matrice anarchica è arrivata anche l'apertura di un'inchiesta in procura per incendio aggravato dalla finalità di terrorismo. Stiamo parlando del rogo divampato martedì 13 marzo 2018 sulle alture del Righi, dove è andato distrutto un ripetitore di una compagnia telefonica.

Sull'episodio indaga la Digos, l'innesco dell'incendio sarebbe stato fatto con fiammiferi bloccati dallo scotch,diavolina, benzina e stoffa. Nel mirino anche il sistema di videosorveglianza, presente nel ripetitore, ma guasto da diversi anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

  • Le "meraviglie" di Alberto Angela, cosa si è visto

  • Travolto da un treno sulla Milano-Pavia, muore 26enne

  • Morta per droga a 16 anni, confermata in Cassazione la condanna per il fidanzato

Torna su
GenovaToday è in caricamento