Righi, picnic di famiglia... con i cinghiali

Bizzarra, ma di certo non inusuale, scenetta nell'area attrezzata sopra all'osservatorio astronomico: da un lato escursionisti intenti a far merenda, dall'altro un gruppetti di ungulati in cerca di cibo

Che “l’invasione” di cinghiali in aree considerate urbane sia un problema, a Genova, è ormai cosa nota. Talmente nota che capita anche di condividere un picnic con una famiglia di ungulati.

È successo giovedì pomeriggio al Righi, nel belvedere attrezzato che sorge sopra all’osservatorio astronomico: a pochi passi dai tavoli occupati da adulti e bambini intenti a mangiare panini e sorseggiare bibite, un piccolo branco di cinghiali si aggirava in cerca di resti di cibo, ignorando gli umani e concentrandosi sul prato e sui bidoni.

Non è ovviamente la prima volta che i genovesi assistono a scene di questo genere, tanto da “assuefarsi”: c’è chi osserva gli ungulati senza battere ciglio, al massimo incuriosito, e chi addirittura getta loro cibo, senza rendersi conto che è proprio così che li si incentiva ad avvicinarsi all’uomo e alle aree abitate. E anche se il Righi non può essere considerato una vera e propria zona urbana - i boschi sopra il parco sono uno dei loro habitat - ci vuole poco perché gli animali si spingano più in basso, arrivando a Oregina, Manin e Castelletto. 

Potrebbe interessarti

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Ristoranti, vita notturna e shopping: così il Guardian promuove Genova

  • La leggenda del ponte dei suicidi a Carignano

I più letti della settimana

  • Alla Fiumara apre un nuovo negozio

  • Cibo mal conservato, chiuso ristorante

  • Strade, autostrade, treni e metro: modifiche e chiusure per l'esplosione del Morandi

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Motociclista si schianta in autostrada, ricoverato in codice rosso

  • In arrivo ondata di caldo torrido: timori per il 28 giugno

Torna su
GenovaToday è in caricamento