Bagni tutti rotti, il regionale si ferma di più a Sampierdarena: "Sosta pipì"

È successo lunedì sul treno in partenza alle 16.47 da Sestri Levante e diretto a Savona: i servizi erano tutti fuori servizio e un passeggero ha espresso il bisogno urgente di usarli

Una sosta di cinque minuti “per andare al bagno”: è quanto si sono sentiti dire i passeggeri del regionale regionale 11268 in partenza da Sestri Levante alle 16.47, che lunedì nel tardo pomeriggio si è fermato qualche minuto in più nella stazione di Sampierdarena per consentire ai passeggeri di usare la toilette.

Il problema, hanno spiegato dagli altoparlanti di Trenitalia, era che tutti i bagni del treno erano rotti. E così, quando uno dei passeggeri ha richiesto urgentemente l’uso del bagno, il capotreno ha fatto scattare la procedura prevista in questi casi: stop nella prima stazione utile, sosta prolungata di cinque minuti per consentirne l’utilizzo.

«Ci trovavamo poco dopo la stazione di Principe, e verso le 18.15 l’altoparlante ci informa in diretta che a Sampierdarena avremmo sostato cinque minuti in più per permettere utilizzo dei servizi dal momento che tutte le ritirate del treno erano rotte - racconta una passeggera - tutto il vagone era incredulo».

«Abbiamo pensato fosse una emergenza del personale del treno - è l’attonita conclusione - anche perché nessuno tra i passeggeri poteva essere certo che il treno lo aspettasse: se ci fossero stati più passeggeri che dovevano andare in  bagno?».

Non è la prima volta che i pendolare che utilizzano principalmente i regionali si ritrovano a fare i conti con i servizi igienici fuori uso. In questi casi, come spiegato anche da Trenitalia, la procedura è proprio quella seguita dal capotreno: fermare il treno nella stazione più vicina e far scendere chi ha bisogno di usare la toilette, con buona pace dell’orario. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Alla fine è andata bene - conclude la passeggera - sono scesa a Pegli con soli 7 minuti di ritardo».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus, ecco il nuovo modulo di auto-certificazione per gli spostamenti

Torna su
GenovaToday è in caricamento