Recco: marinai Usa ripuliscono la ex scuola delle Suore Maestre Pie

Trenta marinai volontari, tra loro anche molte ragazze, dell'ammiraglia della VI Flotta Usa sono intervenuti per liberare da rovi, piante infestanti e arbusti i 4.700 metri quadrati del parco dell'ex scuola delle Suore Maestre Pie a Recco

Genova - Quintali e quintali di rami, cespugli e rampicanti tagliati e poi ridotti in segatura da un trituratore. È il risultato dell’impegno volontario a Recco di trenta marinai, tra loro anche molte ragazze, dell’ammiraglia della VI Flotta Usa per liberare da rovi, piante infestanti e arbusti i 4.700 metri quadrati del parco dell’ex scuola delle Suore Maestre Pie, acquistata negli anni scorsi dalla Provincia di Genova.

A dare l’esempio il loro comandante, il capitano di vascello Craig Clapperton, nato nel sud-est della Virginia e in prima linea nelle operazioni di bonifica dell’area verde insieme al commissario della Provincia di Genova, Piero Fossati e all’agente consolare statunitense a Genova, Anna Maria Saiano.

«Dovunque andiamo quella diventa la nostra comunità - dice il comandante della Mount Whitney - e a Genova ci sentiamo proprio a casa perché siamo stati accolti con grande calore e amicizia. Ringrazio la Provincia e il Comune di Recco e cerchiamo con il lavoro, completamente volontario, di un gruppo di ragazzi magnifici, di ricambiare l’ospitalità con un intervento a favore di questo bellissimo territorio».

Dall’intesa della Provincia con l’Agenzia consolare statunitense e la Prefettura è nata la collaborazione - iniziata oggi con la USS Mount Whitney, nave ammiraglia della VI Flotta americana in restyling ai cantieri San Giorgio di Genova fino al 16 aprile, per ripulire il parco attorno alla villa storica recchelina.

«Un’iniziativa magnifica  ha detto il commissario Piero Fossati - che sta ottenendo ottimi risultati grazie all’impegno del comandante Clapperton, di tutti gli uomini e le donne del suo equipaggio che partecipano all’operazione e al forte e appassionato impulso della dottoressa Saiano. Questa villa è un edificio di pregio che la Provincia aveva acquistato nel 2006 per avviare insieme agli enti e agli operatori del territorio un importante progetto che integrasse una nuova sede per l’alberghiero Marco Polo e un centro di eccellenza della cultura e della formazione enograstronomica locale. Purtroppo i progressivi e sempre più drastici tagli nazionali ai bilanci hanno finora reso impossibile finanziare con le nostre risorse tutti gli interventi di adeguamento e restauro dell’immobile e, di conseguenza, l’attuazione concreta del progetto. L’edificio è di notevole valore patrimoniale e in questi anni ha suscitato l’interesse di più soggetti, alcuni dei quali, a più riprese, hanno chiesto e ottenuto di poterlo visitare, ma non è mai stata avviata alcuna trattativa immobiliare, perché la villa resta destinata urbanisticamente a servizi scolastici e la Provincia non l’ha mai finora inserita in alcun piano di alienazioni ritenendo, come i Comuni del Golfo Paradiso che sull’ex Maestre Pie debba pronunciarsi la futura Città Metropolitana».

A salutare i marinai statunitensi anche il sindaco di Recco, Dario Capurro e l’assessore Senarega. Dopo la bonifica del parco per i marinai della US Navy sono allo studio nuovi interventi sul territorio, in collaborazione con altri enti e amministrazioni locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Speciale Rai su De André, piovono le critiche e il figlio Cristiano "punge" gli autori

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

Torna su
GenovaToday è in caricamento