Rubò dall'offertorio della chiesa, portato in carcere

Un 62enne è stato finito in carcere a Marassi perché giudicato responsabile di tentato furto aggravato, reato commesso a Recco nel dicembre 2016

Nel corso della giornata di giovedì 24 ottobre i carabinieri hanno arrestato e portato in carcere due persone

A Rapallo, dopo un'attività di ricerca, i carabinieri hanno rintracciato nei pressi della stazione ferroviaria un 62enne senza fissa dimora, gravato da precedenti di polizia, arrestandolo poiché destinatario di un ordine di carcerazione emesso dall'autorità genovese in quanto responsabile del reato di tentato furto aggravato commesso a Recco nel dicembre del 2016.

In quella occasione l'uomo era stato fermato dopo aver commesso un furto all'interno di una chiesa. Munito di metro retrattile, con applicate all'estremità delle fasce biadesive, aveva rubato dei soldi dall'offertorio presente all'ingresso del luogo di culto. Chiamato a scontare 5 mesi di reclusione, è stato trasferito nel carcere di Marassi.

I carabinieri della stazione Maddalena, in esecuzione di un ordine di carcerazione scaturito dalla violazione alle prescrizioni dell'obbligo di presentazione a cui era sottoposto, hanno arrestato un senegalese di 36 anni, con precedenti di polizia, anch'esso trasferito a Marassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Elicottero su via Balbi e Principe, Alberto Angela al lavoro per le sue "Meraviglie"

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento