Strage di Nizza, le reazioni di Genova: guardia altissima anche in Liguria

Dal Presidente della Regione Giovanni Toti al sindaco di Genova Marco Doria, passando per i coordinamenti genovesi dei vari partiti politici, tutti si stringono intorno alle vittime

foto tratta da Today.it

Abbiamo già parlato del tragico attentato di ieri sera a Nizza, e continuano ad arrivare dichiarazioni dal mondo della politica e dell'associazionismo genovese.

Tra le dichiarazioni ufficiali, la prima a giungere è quella del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che rimarca come la guardia, anche nella nostra regione, sia altissima: «Quando si colpisce un città del mondo, quando il terrorismo colpisce è sempre un colpo al cuore della civiltà e dei nostri sentimenti. Nizza in particolare è una città geograficamente italiana dove vivono e lavorano moltissimi italiani, attaccata a pochi chilometri dal nostro confine di Ventimiglia quindi è un doppio colpo, se è possibile questa definizione. Si tratta di un atto terroristico tra i più gravi che l’Europa abbia subito: bisogna tenere altissima la guardia ed è quello che continueremo a fare».

Il governatore continua parlando nel dettaglio della Liguria: «Per quanto ci riguarda da questa notte sono in contatto con il ministro degli Interni Alfano e con il suo Gabinetto. Come a Roma, anche a Imperia nella notte si è svolto un Comitato per l’ordine e la sicurezza, in costante contatto con il nostro vicepresidente e assessore alla Sanità e Sicurezza, Sonia Viale. I controlli ai tre valichi terrestri di Ventimiglia sono scattati immediatamente questa notte così come da questa mattina quando ha riaperto il valico ferroviario e rimarranno al massimo livello». Il presidente ha poi rimarcato l'assoluta disponibilità della Liguria nei confronti delle autorità francesi. «Per il momento non si segnalano allarmi particolari nella nostra regione, che resta tranquilla da questo punto di vista. Tuttavia, vista la situazione e visto che questa volta anche i contorni dell’attentato non sono ancor del tutto chiari, né la ramificazione della cellula che ha colpito né se si tratti di terrorismo organizzato, bisogna tenere altissima la guardia».

Il sindaco di Genova Marco Doria ha scritto una lettera al primo cittadino di Nizza Philippe Pradal e al presidente della Regione Provence-Alpes-Cote d'Azur Christian Estrosi: «L'orribile attentato che ha provocato morte e terrore nella vostra città e nella vostra regione colpisce tutti in Italia e ferisce in particolare noi genovesi che siamo e ci sentiamo legati a Nizza e alla Costa Azzurra. Esprimo ai familiari delle vittime e a tutti i cittadini di Nizza, della Costa Azzurra e dell’intera Francia la solidarietà di Genova, dei genovesi, dell'Amministrazione comunale, della Città metropolitana e mia personale. Ribadisco la condanna più ferma dell'attacco violento alla vostra città e al popolo francese. Riaffermo la determinazione nell'opporci al terrorismo, alla violenza e all'odio. Genova vi è vicina».

Tra le reazioni anche quella del M5S ligure: «Restiamo sgomenti di fronte a questo orrore indicibile. Una tragedia che ci tocca ancora più da vicino, a pochi chilometri dalla Liguria, e che conferma nel modo più drammatico possibile che l’Europa è in guerra».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Piante di marijuana alte due metri, quarantenne nei guai

  • Armato di pistola fa irruzione in pizzeria e minaccia la titolare: paura a Bolzaneto

  • Amt, l'orario invernale porta con sé alcune novità

  • Tragedia a Rapallo, 32enne trovato morto per strada

Torna su
GenovaToday è in caricamento