Borzoli: minacciato con un coccio di bottiglia e rapinato davanti al supermercato

Vittima un uomo di 49 anni che è stato avvicinato da un giovane che prima lo ha insultato e poi lo ha assalito e derubato del cellulare

Prima gli insulti, poi la minaccia con un coccio di bottiglia e infine la rapina: è successo in via Borzoli martedì mattina, vittima un 49enne di origini nigeriane che è stato avvicinato e assalito fuori dal supermercato da un connazionale 25enne.

L’uomo ha raccontato agli agenti della Questura di avere notato il giovane farsi avanti con fare minaccioso all’uscita del supermercato, di essere stato insultato e poi di averlo visto tirare fuori dalla tasca un coccio di bottiglia: «Dammi il telefono», gli avrebbe intimato avvicinandogli il coccio al volto. Il 49enne ha provato a difendersi e allontanarsi, e in tutta risposta si è visto morsicare a una mano. L’aggressore gli avrebbe quindi strappato il telefono di mano e sarebbe fuggito.

Sul posto sono intervenute due volanti che nel giro di pochi minuti hanno individuato il 25enne e lo hanno fermato. Perquisito, con sé aveva ancora il telefono appena rubato, il coccio di bottiglia e anche altri due telefoni e quasi 1.200 euro in contanti. È stato quindi arrestato con l’accusa di rapina aggravata e trasferito nel carcere di Marassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

Torna su
GenovaToday è in caricamento