Da Rapallo a Camogli, multe e denunce per abbandono di rifiuti e abusi edilizi

Tre persone sono state denunciate per abbandono e gestione illecita dei rifiuti in aree tutelate e per avere aperto cantieri senza le autorizzazioni necessarie

Tre persone sono state denunciate dai carabinieri Forestali a vario titolo per abbandono e gestione illecita dei rifiuti in aree tutelate e per avere aperto cantieri senza le autorizzazioni necessarie

Si tratta di un uomo di 55 anni che a Rapallo ha allestito in un’area privata una sorta di deposito di rifiuti speciali senza l’autorizzazione da parte della Città Metropolitana e l’iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali: il rischio, per chi viene sorpreso in questi casi, è un arresto da 6 mesi a 2 anni e multe da 2.600 a 26mila euro, insieme con l’obbligo di bonificare l’area.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Camogli, invece, i proprietari di un terreno che si trova in area sottoposta a tutela, sono state segnalati per avere eseguito lavori per realizzare un piazzale senza autorizzazione. Si tratta del titolare di un’impresa edile e di un professionista, cui il Comune di Camogli ha sospeso qualsiasi tipo di attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

  • Lutto all'Acquario di Genova, morto il delfino Teide

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

Torna su
GenovaToday è in caricamento