Paura a Quezzi, dopo ore i tre palazzi tornano agibili

I condomini si trovano fra via Daneo e via Portazza, poco prima di arrivare a Pedegoli. Parte della frana è finita nel rio Fereggiano

Come ha ricordato il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, nei giorni scorsi il Liguria per un sopralluogo ai danni del maltempo, dopo le forti piogge, l'attenzione si sposta sempre sulle frane.

Paura la scorsa notte nel quartiere genovese di Quezzi, dove circa cento persone sono state sfollate a causa di una frana. Intorno all'1 è crollato il muro di contenimento delle fondamenta di un condominio. L'assessore Gianni Crivello ha sottolineato che più volte in passato il Comune aveva sollecitato i condomini, proprietari del terreno crollato, a eseguire lavori per la messa in sicurezza.

Gli abitanti, svegliati dal boato, hanno immediatamente telefonato ai vigili del fuoco. Intorno alle 3, tre palazzi sono stati dichiarati inagibili e gli abitanti sono stati fatti evacuare. Nel comlesso quasi 200 perone hanno dovuto lasciare le loro case.

FRANA A QUEZZI: VIDEO 1VIDEO 2

I palazzi si trovano fra via Daneo e via Portazza, poco prima di arrivare a Pedegoli. Circa trecento metri cubi di materiale terroso sono franati nel rio Fereggiano. Sul posto sono intervenuti, con i pompieri, uomini della Protezione civile, polizia, carabinieri, polizia municipale, tecnici del Comune e diverse ambulanze. Per accogliere le persone sono stati utilizzati alcuni bus di Amt.

Intorno alle ore 18 per gli abitanti dei tre palazzi è arrivata la tanto attesa notizia, ovvero il via libera a rientrare nelle loro case. Le verifiche dei tecnici del Comune e dei vigili del fuoco hanno stabilito l'agibilità sia per i condomini di via Daneo, che per quello di via Portazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Molesta i clienti del ristorante e morde i carabinieri, ricoverata in tso

Torna su
GenovaToday è in caricamento