Ancora un falso allarme, questa volta in chiesa

Si tratta del quinto episodio del genere da dicembre, per la prima volta con il coinvolgimento di un luogo di culto. La vicenda è avvenuta a Quezzi

Dopo palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, il tribunale e l'ospedale Galliera, questa volta gli artificieri della polizia sono dovuti intervenire presso la chiesa Natività di Maria Santissima a Quezzi per un allarme bomba. È successo nella giornata di sabato 26 gennaio 2019. Ancora una volta, per fortuna, si è trattato di una falsa segnalazione.

Al termine della messa è arrivata una telefonata anonima, che minacciava di una presunta esplosione entro le 2.30. A quel punto sono scattate le procedure del caso e, dopo un'attenta verifica, si è scoperto che non c'era alcun fondamento a quanto paventato.

Si tratta del quinto episodio del genere da dicembre, per la prima volta con il coinvolgimento di un luogo di culto.

Potrebbe interessarti

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Laghetti di Nervi, recuperato il cadavere di un uomo

Torna su
GenovaToday è in caricamento