Quarto, in arrivo il semaforo per l'incrocio "killer"

Da anni i residenti chiedono un impianto che regolarizzi l'attraversamento di via Carrara all'altezza di via Chiesa, teatro di numerosi incidenti

Dovrebbe arrivare entro la fine del 2018 il tanto atteso semaforo per regolare l’attraversamento pedonale che sorge all’angolo tra via Carrara e via Giorgio Chiesa: da anni oggetto di battaglie da parte dei residenti dopo i numerosi incidenti (anche mortali) che vi si sono verificati, presto dovrebbe venire regolarizzato.

A confermarlo è il Municipio Levante, che nei giorni scorsi ha deliberato il progetto di installazione del semaforo: «Si tratta di un incrocio molto pericoloso, in cui molte persone sono rimaste ferite e alcune addirittura hanno perso la vita - conferma Federico Bogliolo - Abbiamo contattato la Direzione Mobilità del Comune, studiato un progetto di fattibilità e trovato i fondi in capitalizzazione Aster: abbiamo fatto tutto ciò che era necessario fare, non resta adesso che attendere che il semaforo venga installato».

L’intervento, come detto, era oggetto di richieste da parte dei residenti di via Carrara, e di Quarto in generale, ormai da anni, con tanto di raccolta firme consegnate al Municipio. Lo stimolo finale è arrivato quando, lo scorso luglio, un ex carabiniere in pensione ha lanciato un appello proprio a Bogliolo affinché l’incrocio venisse finalmente regolarizzato, dieci anni dopo la morte della moglie, investita mentre attraversava la strada: «La sua segnalazione, unita a quella di tanti altri residenti, ci ha fatto avviare ufficialmente la pratica. L’incrocio d’altronde è molto pericoloso in entrambe le direzioni, complice il dislivello della strada: spesso gli automobilisti viaggiano a velocità sostenuta, e non lo vedono sino a pochi metri prima, quando è ormai troppo tardi per frenare».

La speranza è che la presenza del semaforo possa indurre automobilisti e scooteristi a rallentare, apportando benefici sull'intera strada, su cui spesso non vengono rispettati i limiti di velocità con conseguenze anche tragiche.

Potrebbe interessarti

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Laghetti di Nervi, recuperato il cadavere di un uomo

Torna su
GenovaToday è in caricamento