"Basta fumi dalle navi in porto", la protesta in Darsena

Una cinquantina di cittadini hanno manifestato nel pomeriggio di martedì 21 maggio davanti al Museo Galata. Si chiedono più centraline Arpal e soluzioni per il problema dell'inquinamento

Presidio questo pomeriggio davanti al Galata Museo del Mare. A protestare una cinquantina di cittadini del Comitato tutela ambientale Genova, che pretendono un controllo adeguato dei fumi inquinanti e dei rumori emessi delle navi in porto.

Secondo i dati ARPAL le attività marittime producono il 62% di inquinamento, il trasporto su strada il 26%. Di fronte a questa evidenza chiedono l'elettrificazione delle banchine del porto, l'utilizzo di carburanti eco-sostenibili e il divieto di attraccare in porto alle navi più vecchie e inquinanti.

I manifestanti dalla Darsena si sono poi diretti davanti a Palazzo San Giorgio per un incontro con il presidente del porto, Paolo Emilio Signorini. Nel gruppo molti residenti del quartiere San Teodoro che convivono con l'inquinamento causato dai traghetti che scalano a di Di Negro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Ladro entra in casa nella notte: 17enne difende la sorellina e lo mette in fuga

Torna su
GenovaToday è in caricamento