Porto, sequestrate 15 tonnellate di profumi "tarocchi"

Individuato su un cargo battente bandiera liberiana un container con all'interno migliaia di confezioni di fragranze contraffatte

Ancora un maxi sequestro al porto di Genova, questa volta di profumi contraffatti per un totale di circa 15 tonnellate.

L'operazione "Aroma" è stata condotta dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ADM) di Genova 1 e dai finanzieri del II Gruppo della Guardia di Finanza, che hanno sequestrato nel bacino portuale di Sampierdarena migliaia di bottigliette contenenti fragranze "taroccate".

Si tratta dell'ennesimo sequestro da parte di Finanza e Agenzie delle Dogane, partito dopo una lunga e attenta attività di monitoraggio dei flussi commerciali del porto genovese. Le indagini sono state coordinate dalla procura di Genova, e sono culminate con un blitz sulla portacontainer Conti Paris, battente bandiera liberiana, su cui era stivato un container scortato da documentazione doganale artefatta, appositamente strutturata per rendere poco identificabile il tracking del carico illecito.

In seguito ai controlli effettuati sul container, proveniente dagli Emirati Arabi e destinato a Panama, sono state individuate 15 tonnellate di confezioni di profumi con packaging del tutto identico ai prodotti originali del noto marchio Diesel e del profumo Rumba, prodotto della maison francese Ted Lapidus. I militari delle Fiamme Gialle ed i funzionari dell'Agenzia delle Dogane hanno provveduto a sequestrarli, e stanno ora ricostruendo il percorso della portacontainer per risalire al committente dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

  • Investita da uno scooter, è in fin di vita. Pd: «Strisce sbiadite»

  • Si sente male in strada, bimbo di tre anni muore al Gaslini

Torna su
GenovaToday è in caricamento