Presta il cellulare a due sconosciuti, che lo prendono a pugni in faccia

La polizia ha arrestato due trentenni per il reato di rapina. I due hanno sottratto il telefono a un 54enne, che si è fidato di loro, offrendo il suo cellulare per una telefonata

È stato avvicinato alla fermata dell'autobus davanti alla stazione Principe da due uomini, che gli hanno chiesto in prestito il cellulare per una telefonata. Quando, alcuni minuti dopo, ha chiesto loro di restituirgli il telefono, i due si sono rifiutati e anzi hanno reagito colpendolo al volto con alcuni pugni, per poi allontanarsi verso i vicini giardini.

La vittima, un genovese 54enne, ha chiesto l'intervento della polizia. Gli agenti delle volanti, sopraggiunti in pochi minuti, hanno circondato i giardini, precludendo così ogni possibilità di fuga, sorprendendo i due rapinatori, accovacciati vicino a un'aiuola, ancora in possesso della refurtiva.

I due uomini, due cittadini egiziani di 33 e 34 anni entrambi pregiudicati per numerosi reati e il più giovane irregolare in Italia, sono stati tratti in arresto per il reato di rapina e trasferiti nel carcere di Marassi a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

  • Due rapine in altrettante sere, sempre nello stesso posto

Torna su
GenovaToday è in caricamento