Evade dai domiciliari e manda al pronto soccorso due agenti

Un 36enne senegalese è stato fermato dalla polizia in via Bersaglieri d'Italia, nel quartiere di Principe, in seguito ai suoi comportamenti bizzarri. L'uomo portato in Questura ha dato di matto e ha aggredito i due poliziotti

Nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 aprile, la polizia ha arrestato un 36enne senegalese pluripregiudicato che stava dando di matto davanti a un albergo in via Bersaglieri d'Italia nel quartiere di Principe.

L'uomo ha dapprima minacciato verbalmente gli agenti per poi sfidarli allo scontro fisico. I poliziotti, nel frattempo, hanno accertato che il 36enne non stava rispettando gli arresti domiciliari e lo hanno portato in Questura. Ma l'uomo ha continuato a dare in escandescenze fino ad aggredire con un pugno un agente mandandolo al pronto soccorso. Nella furia anche un altro operatore è stato ferito da un calcio violento.

L'uomo è stato arrestato per evasione, violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubbico ufficiale, nonché lesioni personali aggravate e danneggiamento aggravato. Il 36enne è stato processato per direttissima questa mattina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Agenzia nazionale per la sicurezza stradale, la richiesta: «Agli Erzelli la sede operativa»

  • Cronaca

    Manin, guasto alla lavatrice: appartamento in fiamme

  • Cronaca

    Manifesti fascisti in città e in valle Stura, Anpi: «Patetico»

  • Cronaca

    Ponte, si prepara la ricostruzione. La perizia: «Cavi corrosi»

I più letti della settimana

  • Grossi quantitativi di droga e armi, arrestato allenatore di calcio

  • Si cappotta in auto, grave una donna

  • Panico in centro, minaccia di gettarsi da ponte Monumentale

  • Ventuno euro per fare da San Martino a Quarto in taxi, indaga la polizia

  • Nascondeva cocaina in trattoria, arrestato noto ristoratore di Sampierdarena

  • Ruba, scappa e torna indietro per farsi ridare il cellulare: arrestata

Torna su
GenovaToday è in caricamento