Prè e Sampierdarena, due arresti per spaccio di droga

I carabinieri hanno arrestato due uomini di origini senegalesi per aver ceduto a due acquirenti alcuni grammi di cocaina e crack

Nel corso della serata di martedì 12 febbraio 2019 in via di Prè un uomo, dopo aver ricevuto alcune banconote di piccolo taglio da un altro soggetto, gli ha consegnato una dose di cocaina. Poco dopo i due sono stati fermati dalla pattuglia della stazione carabinieri della Maddalena e dal personale della compagnia intervento operativo di Firenze.

L'acquirente, un 41enne genovese, sarà segnalato alla prefettura quale assuntore; il pusher, un senegalese di 42 anni, gravato di pregiudizi di polizia, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel pomeriggio, invece, in via Rela, i carabinieri dell'aliquota operativa della compagnia di Sampierdarena hanno arrestato per cessione di sostanze stupefacenti un altro senegalese di 31 anni, gravato di pregiudizi di polizia e irregolare, poiché sorpreso a cedere 3 grammi di crack in cambio di 60 euro a un napoletano, che sarà segnalato. Droga e denaro sequestrati.

In mattinata sono stati processati con rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

  • Curiosità: in Trentino c'è... la Val Genova. Cos'ha in comune con il capoluogo ligure?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Guida ubriaco veicolo della Pubblica assistenza e provoca incidente

Torna su
GenovaToday è in caricamento