«Posso fare una telefonata?», poi sparisce col cellulare

Un 41enne genovese, con precedenti di polizia, è stato arrestato per rapina e processato per direttissima dopo aver sottratto un telefono a un 24enne

Ieri mattina intorno alle 11.30, un 24enne, a spasso per la città nella zona di piazza della Nunziata, è stato fermato da un uomo, che gli ha chiesto la cortesia di poter effettuare una chiamata di emergenza con il suo cellulare in quanto aveva smarrito il proprio telefono e lui, molto gentilmente, glielo ha prestato.

In quel preciso momento è sbucato all'improvviso un altro uomo, che ha strappato di mano il telefono all'altro, urlando 'ridammi i miei soldi'. In tutta quella confusione i due soggetti, evidentemente complici, dopo aver spintonato la vittima, si sono dati alla fuga lasciandolo senza il cellulare.

La volante intervenuta in soccorso del giovane ha deciso di farlo salire in auto per fare un giro in zona per riuscire a rintracciare i due ladri. Una volta imboccata via di Prè il 24enne ha riconosciuto, senza ombra di dubbio, il 41enne genovese come uno degli autori della rapina, il quale era ancora in possesso del cellulare poco prima sottratto.

Il 41enne genovese, con precedenti di polizia, è stato processato per direttissima questa mattina.

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento