Maxi sequestro di rifiuti di rame in porto

Il carico di rifiuti intercettati da Dogane e guardia di finanza, del peso complessivo di 83 tonnellate, proveniva dal Venezuela ed era destinato a un'acciaieria in Veneto per il tramite di un intermediario svizzero

I finanzieri del II Gruppo della guardia di finanza di Genova e i funzionari dell'Agenzia delle Dogane di Genova 2 hanno intercettato e sequestrato in porto a Pra' un ingente quantitativo di rifiuti di rame illecitamente spediti dal Sudamerica.

L'operazione ha tratto origine dall'intensa attività di monitoraggio dei flussi commerciali marittimi che interessano l'hub portuale di Genova, con particolare riferimento a spedizioni transnazionali di rame, materia prima divenuta di forte interesse per le organizzazioni criminali in ragione del suo valore sempre in ascesa e sovente proveniente da furti e da altre attività illecite.

Il carico di rifiuti intercettati da Dogane e guardia di finanza, del peso complessivo di 83 tonnellate, proveniva dal Venezuela ed era destinato a un'acciaieria in Veneto per il tramite di un intermediario svizzero. La merce è stata spedita in 6 container, fatti transitare attraverso l'hub portuale di Pra' e lo scalo commerciale livornese.

Dopo un primo approfondimento da parte dei funzionari doganali e dei militari della guardia di finanza, che ha consentito il sequestro presso lo scalo del capoluogo ligure di 27 tonnellate di rifiuti di rame già importati e oggetto della spedizione illecita in quanto privi della necessaria documentazione, sono state attivate le fiamme gialle livornesi, che hanno sequestrato presso lo scalo toscano altre 56 tonnellate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I legali rappresentanti delle quattro società coinvolte sono stati denunciati alla competente autorità giudiziaria per i reati di spedizione illecita di rifiuti e ricettazione, mentre le società sono state segnalate per l'applicazione della normativa in tema di responsabilità amministrativa degli enti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto fatale con un'auto, addio a Emanuele Bonzani

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Trovato morto sulle alture di Sestri Ponente, lutto per Giuseppe Terramagra

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

  • Coronavirus, Bassetti: «Il virus sembra avere perso forza, basta con il bollettino delle 18»

Torna su
GenovaToday è in caricamento