Portofino isolata dopo la mareggiata, franata la strada

Portofino risulta raggiungibile solo via mare o attraverso i sentieri dell'omonimo parco naturale dopo che la violenta mareggiata di lunedì 29 ottobre 2018 ha fatto crollare in diversi punti la strada di collegamento con Santa Margherita

È iniziata la conta dei danni dopo il maltempo e la violenta mareggiata che ha colpito la Liguria lunedì 29 ottobre 2018. Fra Portofino, Santa Margherita e Rapallo la situazione più difficile. Il suggestivo borgo è isolato dopo che è franata in più punti la strada che lo collega a Santa Margherita, provinciale 227.

Al momento Portofino risulta raggiungibile solo via mare o attraverso i sentieri dell'omonimo parco naturale. Il sindaco Matteo Viacava, impegnato durante tutta la notte (insieme a tanti portofinesi) sul campo in prima persona per gestire l'emergenza è senza parole: «non si è mai vista una cosa simile. Il mare è stato una furia, qualcosa di incredibile».

Lo stesso sindaco è stato impegnato durante la serata di ieri anche nello spegnimento dell'incendio che ha visto coinvolte alcune sale del comando della Capitaneria di Porto del borgo. «Non sono il sindaco di Portofino, sono un portofinese e sono fiero e orgoglioso di esserlo perché tutti insieme ci siamo uniti e per davvero abbiamo evitato il peggio».

Situazione drammatica anche a Rapallo, dove è crollata parte della diga foranea, e a Santa Margherita, con barche finite sulle strade, trascinate dalla furia delle onde.

Questa mattina il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti si è recato nel Tigullio per un sopralluogo. «La situazione evidentemente è ancora abbastanza caotica - ha detto Toti - una conta esatta dei danni è al momento difficilissima anche se è evidente a tutti che saranno ingenti. Nel pomeriggio faremo il punto con il capo della protezione civile Borrelli che ci raggiungerà per una prima stima».

«Il Tigullio - ha concluso il governatore - è una delle zone più colpite ma la Liguria è stata colpita tutta, da Sarzana a Ventimiglia: la situazione più difficile è tra Portofino e Santa Margherita Ligure. La priorità assoluta è questa e il genio militare si è già attivato per i primi sopralluoghi. La circolazione ferroviaria resta difficile su tutta la regione ma sta riprendendo».

Sanità, i provvedimenti presi dalla Asl4

Alla luce dell'emergenza, la Asl 4 si è attivata per garantire l’assistenza sanitaria ai cittadini residenti nel Comune di Portofino, rimasto isolato dopo i danni causati dalla mareggiata.

In accordo con l’Assessorato alla Salute, la Prefettura di Genova e il Comune di Portofino, la Asl ha inviato un equipaggio medico e infermieristico (1+1), sulle 24 ore, che stazionerà nel Comune di Portofino fino al termine dell’emergenza. Si è attivata la disponibilità della Pubblica Assistenza di Ruta di Camogli per la presenza, del porter 4x4, indispensabile per raggiungere il Comune di Portofino attraverso una strada sterrata secondaria che sarà resa agibile per le attività di emergenza coordinate dalla centrale operativa del 118 Tigullio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Staglieno, rimosso maxi nido di calabroni dal giardino di una giovane coppia

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Allerta arancione in arrivo: nuova ondata di maltempo, le previsioni

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento