Voragine nell'asfalto tra Santa Margherita Ligure e Portofino: transito riaperto fino alle 7 di lunedì

Traffico riaperto domenica pomeriggio: si può transitare fino alle 7 del mattino di lunedì

È rimasta aperta solo poche settimane senza disagi, la strada provinciale 227 che collega Santa Margherita Ligure a Portofino: domenica intorno alle 13 si è creata una voragine sulla carreggiata (nel tratto tra Paraggi e Portofino) che ha costretto i Vigili del Fuoco a chiudere nuovamente la strada al traffico in entrambi i sensi di marcia. La strada è la stessa che era stata inaugurata appena il 6 aprile, dopo i danni della mareggiata di fine ottobre, anche se in questo caso il crollo non ha interessato il tratto appena ricostruito. In ogni caso, la strada è tornata nuovamente non percorribile per qualche ora nella giornata di domenica.

Successivamente riaperta intorno alle 17, rimarrà percorribile in via temporanea fino alle 7 di lunedì mattina: al momento la buca è stata coperta con assi in maniera provvisoria, lunedì dopo le 7 riprenderanno i lavori di ripristino.

Sul posto sono presenti il sindaco del borgo e le autorità della Città metropolitana. Un disagio anche per i tanti turisti che avevano scelto di visitare proprio Santa Margherita e Portofino in questa domenica di bel tempo utilizzando proprio l'auto.

Un crollo legato all'azione dell'acqua

Regione Liguria informa che gli operai sono al lavoro e che la situazione è costantemente monitorata.

Domani mattina a partire dalle 8.30, quando inizieranno i lavori di recupero, sarà presente sul posto l’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, che precisa: «Il crollo è avvenuto nel territorio del comune di Portofino, oltre Paraggi in direzione del borgo, quindi non interessa il tratto che è stato ricostruito a tempo di record e inaugurato nelle scorse settimane. I lavori inizieranno subito per consentire l’accessibilità in vista del 1° maggio, poi verranno realizzati interventi più strutturali. Il crollo è avvenuto in un punto che non aveva dato segni di cedimento dopo la mareggiata di fine ottobre scorso, ma è comunque un evento legato all’azione del mare».

Potrebbe essersi trattato dunque, come era successo a Voltri, delle onde che hanno scavato e portato via il terrapieno sotto l'asfalto.

Oppure, come ha ipotizzato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti su Facebook, potrebbe essere stata l'azione dell'acqua proveniente dal monte.

«Sono sul posto con i Vigili del Fuoco e i tecnici della Città Metropolitana - ha postato su Facebook il consigliere della Città Metropolitana della Lega Franco Senarega - il primo obiettivo è far defluire i veicoli presenti a Portofino».

Transito riaperto fino a lunedì mattina

Il transito è stato temporaneamente riaperto intorno alle 17 di questo pomeriggio, e rimarrà percorribile fino a domattina alle ore 7: a farlo sapere, nuovamente il consigliere Senarega. Poi dalle 7 sarà chiusa fino al primo pomeriggio, termine previsto per i lavori di ripristino.

«La strada è già stata riaperta a senso unico alternato in poche ore - ha detto il Presidente Toti -. Domani mattina, una volta fatti defluire i molti turisti presenti nel borgo, inizieremo subito i lavori di ripristino, sarà sul posto l’assessore alle Infrastrutture Giampedrone e contiamo di riparare tutto già in giornata. Evidentemente il mare o l’acqua proveniente dal monte ha danneggiato la carreggiata anche lì, durante la grande perturbazione di ottobre. Ma non ci pieghiamo e non ci arrendiamo, siamo già al lavoro».

Atp, le modifiche alla linea

Anche i bus della linea 82, Santa Margherita-Portofino, sono stati inevitabilmente coinvolti nei problemi di viabilità, provocati dall’apertura di una voragine sull’asfalto della provinciale 227 portofinese, all’altezza di Paraggi, in territorio comunale portofinese

Dopo il crollo avvenuto alle 13.30 circa, c’è stata una prima sospensione della viabilità e poi un ripristino parziale del traffico. I mezzi Atp, dal primo pomeriggio in poi, stanno continuando a svolgere il servizio, ma limitatamente al tratto tra Santa Margherita e Paraggi. La soletta sistemata per far transitare i veicoli (auto e moto) nel corso del pomeriggio, non è stata ritenuta adatta a sopportare il transito dei bus di Atp, per ragioni di sicurezza legato al peso dei mezzi di trasporto. Per quanto riguarda i passeggeri che erano stati trasportati a bordo dei bus di linea prima del crollo, hanno potuto tornare indietro fino a Santa Margherita salendo a bordo dei mezzi a Paraggi, località raggiunta a piedi o con altro mezzo. Anche per la giornata di domani è prevista una limitazione del servizio della linea 82, fino a quando non verrà ripristinata in maniera totale e idonea dal punto di vista della sicurezza (circostanza prevista per le ore 14).

Potrebbe interessarti

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

Torna su
GenovaToday è in caricamento