Sopraelevata portuale, sblocco dei fondi dopo 14 anni

L'opera era nata in seguito a un Accordo di programma, risalente addirittura al 2005, tra l'Autorità di sistema portuale della città e una società regionale per gestire le aree un tempo occupate dagli stabilimenti dell'Ilva

Il Mit (Ministero delle Infrastrutture) ha annunciato in una nota di avere sbloccato «il cantiere per la sopraelevata del porto di Genova, opera nata in seguito a un Accordo di programma, risalente addirittura al 2005, tra l'Autorità di sistema portuale della città e una società regionale per gestire le aree un tempo occupate dagli stabilimenti dell'Ilva».

«Stiamo parlando di un'opera logisticamente molto importante e resa ancor più necessaria dal crollo del Ponte Morandi - spiega il ministero -. Nell'ambito dell'Accordo di programma, il Mit aveva stanziato le risorse fin dal 2012: ben 70 milioni di euro che sono rimasti fermi negli anni, finché non sono stati inseriti nel Piano di investimenti straordinario del decreto Genova. Pochi giorni fa, avvalendosi delle procedure previste nella nuova legge voluta da questo Governo, è stato varato il decreto commissariale che ha consentito l'avvio della procedura di affidamento da parte dell'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale».

«Siamo di fronte - chiude la nota del Mit - a un altro importante passo a sostegno di Genova, un'altra opera promessa formalmente da quattordici anni e mai realizzata che finalmente prende avvio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento