Corteo dei portuali e doppia manifestazione di CasaPound e antifascisti: giovedì di tensione

I camalli in marcia in mattinata da varco Etiopia verso palazzo San Giorgio, nel pomeriggio Corvetto blindata per il comizio del gruppo di estrema destra e la risposta di Genova Antifascista

Si annuncia una giornata difficile per Genova, complici da un lato lo sciopero e il corteo dei lavoratori del porto e dall’altro il comizio pubblico di CasaPound e la contro manifestazione degli antifascisti, previsti nel pomeriggio in zona Corvetto.

I primi disagi si potrebbero verificare intorno alle 10.30, quando da varco Etiopia partirà il corteo dei “canali” diretti verso il centro città e palazzo San Giorgio: lo sciopero, proclamato da Filt-Cgil, Fit- Cisl e Uiltrasporti per il rinnovo del contratto nazionale, durerà 24 ore, e i varchi resteranno presidiati sono alle 19.30.

«La fase di stallo in cui è finita lo scorso 12 aprile la trattativa per il rinnovo del contratto dei porti a causa delle rilevanti indisponibilità datoriali su temi quali la difesa del fattore lavoro e le sue peculiarità - scrivono le segreterie sindacali - assume un carattere di pesante gravità e crea un livello di preoccupazione molto alto che, inevitabilmente, apre una stagione conflittuale di pari entità».

Pomeriggio di tensione in centro

Alla mattinata di protesta si aggiunge poi un pomeriggio all’insegna delle tensioni legate al comizio pubblico di CasaPound, organizzato alle 18 in piazza Marsala per la chiusura della campagna elettorale per le Europee, e il presidio convocato da Genova Antifascista cui hanno già aderito numerosi comitati e associazioni tra cui Cgil, Anpi, Arci, Comunità di San Benedetto, Libera, Non una di meno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’appuntamento, in questo caso, è in piazza Corvetto, nella zona antistante la Prefettura, che verrà “blindata” dalla polizia con transenne metalliche per evitare che i due gruppi vengano eventualmente allo scontro: 300 i poliziotti che verranno impiegati per mantenere l’ordine, nella speranza che la situazione resti sotto controllo.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus, lo studio del fisico: «A Genova morti 7-8 volte superiori ai dati ufficiali»

  • Invasione di formiche in casa: come combatterla con metodi naturali senza uscire di casa

  • Festa in casa tra ragazzi, per sfuggire al controllo minorenne rischia di precipitare dal balcone

Torna su
GenovaToday è in caricamento