Picchiato e segregato per anni, salvato il cane Zed: «Ora Troviamogli una casa»

Appello dell'Oipa dopo il salvataggio dell'animale, tenuto in un appartamento del centro storico e quotidianamente vessato dal padrone. Che lo faceva vivete insieme con una giovane femmina in condizioni "vergognose"

Il cane Zed dopo il salvataggio

Anziano e semiparalizzato, costretto a vivere in condizioni estreme e quotidianamente picchiato e insultato per anni: è la triste storia di Zed, un pitbull salvato nei giorni scorsi dalle guardie zoofile dell’Oipa in un appartamento del centro storico.

Gli operatori sono intervenuti dopo una dettagliata segnalazione a proposito dei maltrattamenti: dopo avere verificato l’identità del padrone del cane, le guardie zoofile hanno chiesto il supporto degli agenti della Polizia e hanno effettuato un sopralluogo nell’appartamento, dove hanno trovato due cani di razza pitbull, il maschio anziano e una giovane femmina. Le condizioni igienico sanitarie, a detta degli operatori, erano “vergognose”: la femmina infestata da pulci e con un’evidente mastite, il maschio con una paralisi alle zampe posteriori, piaghe da decubito e un probabile tumore ai testicoli. 

Anche dal punto di vista psicologico, Zed è stato trovato in condizioni disperate: anni di vessazioni hanno lasciato il segno trasformandolo in un cane timoroso, letteralmente terrorizzato dal padrone, che si è anche scagliato contro le guardie zoofile, minacciandole, per impedire che i cani venissero portati via. 

«Siamo rimasti scioccati dalle condizioni in cui vivevano questi cani, in particolare l’anziano pitbull, da 5 anni paralizzato e picchiato perché osava lamentarsi per il dolore», ha sottolineato Giuliana Luppi, coordinatrice guardie zoofile Oipa Genova, che ha partecipato al sopralluogo e al conseguente sequestro con trasferimento in canile.

«Le condizioni di salute di Zed sono assolutamente incompatibili con la vita in canile», ha però aggiunto Luppi, che ha lanciato un appello per «trovare uno stallo casalingo che gli consenta di avere le attenzioni necessarie alla sua particolare condizione e di riacquistare la dignità e serenità che merita».

Per offrire un aiuto a Zed è possibile contattare le guardie zoofile OIPA Genova all’indirizzo guardiegenova@oipa.org oppure telefonicamente al numero 348 9211639.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Anziana maltrattata = 2 commenti Bimbo morto = 2 commenti Cane maltrattato = 7 commenti .......................

    • commenti fuori luogo...1..

  • Balordo!

  • io non ho parole....come si può essere così bastardi???

  • Quel figlio di ...... merita lo stesso trattamento del cane e sarebbe poco.... Pubblicate una bella foto con indirizzo...

  • e ci sono voluti anni prima di chiamare le guardie?????

  • a staglieno insieme a te ...ti piace l'idea?

  • O un posto a staglieno

  • Scusate ma a quel grandissimo disgraziato che lo ha maltrattato per anni perché non gli trovate una "CELLA" a marassi?????

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Meningite: giovane ricoverato al San Martino

  • Cronaca

    Bambina con due mamme: il tribunale dice sì. Il Comune valuta il ricorso

  • Cronaca

    Discarica nel letto del Polcevera, il Comune: «Interverremo»

  • Cronaca

    Crollo delle dighe a Rapallo e Santa Margherita, aperta un'inchiesta

I più letti della settimana

  • Black Friday 2018: sconti e shopping sfrenato in vista del Natale

  • Cadavere decapitato, trovato a Begato

  • Suicida nel suo negozio di slot, rissa tra parenti

  • Frana a Santa Margherita, mezzo deragliato a Principe: circolazione dei treni paralizzata

  • Violenta rapina ai danni di un anziano alla Foce, arrestato 32enne genovese

  • Scomparso nei boschi di Bosio, l'appello della famiglia: «Continuate a cercare Saverio»

Torna su
GenovaToday è in caricamento