Pipì dei cani, in arrivo l'obbligo della bottiglietta d'acqua

Sta per essere approvata l'ordinanza, già in vigore a Savona, che punisce con multe fino a 100 euro i trasgressori. La delibera proposta dal consigliere comunale Enrico Pignone prevede più responsabilità per il cittadino e un rinnovato impegno di Amiu

La pipì di Fido costerà molto cara al padrone che non si doterà di bottiglietta d'acqua ad ogni uscita. Dopo Savona, anche a Genova è in via di approvazione l'ordinanza comunale che prevede sanzioni salate per chi sarà trovato a passeggiare con il proprio cane senza acqua per diluire la pipì. La proposta di delibera è stata presentata dal consigliere comunale della Lista Crivello Enrico Pignone ed è divisa in tre parti. 

«Negli ultimi dieci anni la quantità di cani in città è quasi decuplicata - spiega Enrico Pignone - da un parte quindi si richiede una maggiore responsabilità da parte del cittadino, dall'altra si chiede ad Amiu di definire le aree critiche dove pulire con acqua per un adeguamento del servizio rispetto al cambiamento della nostra società». 

Le parti della delibera

Il primo punto della delibera proposta dall'ex consigliere delegato all'Ambiente della Città Metropolitana riguarda le responsabilità del cittadino: "Il proprietario di cani è obbligato a rimuovere le deiezioni solide e a pulire lo spazio lordao dalle urine con acqua al fine di eliminare le tracce visibili e di impedire odori sgradevoli". Nel secondo e terzo punto invece, viene invece chiesta collaborazione al Comune per  "individuare, in accordo con i Municipi, le aree più critiche che necessitano di quotidiani interventi di lavaggio con acqua" e di "elaborare un report semestrale sulla situazione degli animali di affezione presenti sul territorio comunale, compresi quelli ospitati in canili e gattili".

La deliberà sarà discussa in commissione nelle prossime settimane e con tutta probabilità approvata dal consiglio comunale: «È una proposta che noi valutiamo positivamente perché apre una discussione su un tema che negli ultimi anni è risultato critico - commenta l'assessore Matteo Campora - ci sono state parecchie lamentele da parte dei cittadini, come assessorato siamo alla ricerca di strumenti per ovviare al problema delle deiezioni canine e anche all'impatto della presenza dei cani sul territorio trovando delle forme che possano garantire meglio l'igiene e la pulizia delle strade».

Potrebbe interessarti

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • Tentata rapina a Bolzaneto, giovane turista accoltellata davanti al figlio

Torna su
GenovaToday è in caricamento