Cassonetti al posto delle panchine in piazza Ponchielli, il "caso" sollevato a Tursi

Proteste dei cittadini per la decisione di Amiu di sacrificare l'arredo urbano per posizionare nuovi bidoni. Campora: «Verranno schermati»

Via le panchine, dentro i bidoni della spazzatura: succede in piazza Ponchielli, a Pegli, una piccola rivoluzione che è diventata una sorta di “caso” provocando la reazione dei residenti, che hanno lanciato una petizione online per chiedere il ritorno delle panchine, e che è arrivata persino in consiglio comunale. 

A sollevare l’argomento, in una seduta di fatto nulla per l’assenza del numero legale, sono stati l’ex presidente del Municipio Ponente, Mauro Avvenente, oggi consigliere Pd in Sala Rossa, e la consigliera della Lega, Lorella Fontana: «Lo spostamento di alcuni bidoni della nettezza urbana ha comportato la rimozione di alcune panchine - ha esordito Avvenente - La soluzione individuata la volta precedente, sotto le finestre di alcune abitazioni, era evidentemente infelice e non poteva essere mantenuta, ma la soluzione scelta risolve un problema ma ne apre due. Il primo è che la collocazione dei bidoni in piazza Ponchielli è sul tragitto dei turisti che vanno a visitare Villa Pallavicini dalla stazione, il secondo riguarda invece gli anziani che usavano le panchine per aspettare il bus al capolinea».

Sulla questione è intervenuto l’assessore all’Ambiente, Matteo Campora, che ha spiegato che «lo spostamento dei cassonetti viene affrontato da Amiu in seguito alle segnalazioni dei cittadini, così come è avvenuto in questo caso. Il responsabile di zona ha coinvolto il Municipio che ha chiesto ad Amiu, il 18 aprile 2019, come intendeva procedere. Il Municipio ha lasciato ad Amiu la decisione di dove posizionare i cassonetti, rimanendo, però a disposizione per ulteriori valutazioni. Il problema nasce dallo spostamento di un numero maggiore di cassonetti, perché stanno per iniziare dei lavori a monte del piccolo viadotto vicino alla piazza. Amiu ha comunicato che provvederà a una schermatura di questa area di cassonetti, tenendo conto che sono su una piazza molto frequentata dai visitatori che si recano a Villa Pallavicini. Siamo disponibili trovare nuove soluzioni, che siano più gradite dai cittadini».

Proprio i cittadini si erano mobilitati con una petizione online che chiedeva la rimozione dei cassonetti e che ha raccolto un centinaio di firme: «Vogliamo il ripristino delle due panchine poiché considerate come un momento di sosta per persone anziane e per le famiglie - recita la petizione - Oltre ad aver perso due panchine, sulla terza non si può sostare causa forte olezzo percepibile dai passanti, lavoratori Trenitalia per la realizzazione dei due ascensori, edicola della stazione, Villa Pallavicini, Pro Loco Pegli e mezzi pubblici Amt».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento