Nervi: fa jogging nel parco e una palma gli cade accanto

Lo stesso giorno in cui i visitatori sono rientrati a villa Gambaro, ai parchi di Nervi un appassionato di jogging ha rischiato di rimanere sotto una palma, caduta proprio nella zona in cui si sono appena conclusi i lavori

Genova - Durante gli allerta neve scatta in automatico la chiusura dei parchi cittadini. Così è stato il 14 dicembre 2012, quando le precipitazioni hanno causato la caduta di numerosi alberi, 14 solo nel parco di villa Gambaro. Da quel giorno la struttura di Albaro è rimasta chiusa fino a lunedì 21 gennaio 2013, giorno della riapertura dopo l'intervento dei giardinieri di Aster, sollecitati dall'assessore Garotta su richiesta di Legambiente.

Lo stesso giorno in cui i visitatori sono rientrati a villa Gambaro, ai parchi di Nervi un appassionato di jogging ha rischiato di rimanere sotto una palma, caduta proprio nella zona in cui si sono appena conclusi i lavori. Nei giorni scorsi gli alberi di villa Grimaldi erano stati controllati per decidere quali abbattere perché malati. Ma evidentemente nessuno si era reso conto delle condizioni pessime della palma caduta lunedì.

Fortunatamente nel crollo nessuno è rimasto ferito, ma la cronaca registra comunque un nuovo episodio negativo nell'ambito dei parchi cittadini, troppo spesso trascurati perché destinatari di risorse economiche sempre più scarse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Staglieno, rimosso maxi nido di calabroni dal giardino di una giovane coppia

  • Scontro tra corriera e auto sull'Aurelia, due feriti e strada chiusa

  • Allerta arancione in arrivo: nuova ondata di maltempo, le previsioni

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento