Gli studenti raccolgono l'olio esausto per aiutare la Gigi Ghirotti

Il progetto si chiama Oli-ndo ed è firmato da Amiu e supportato dalla Regione. Il materiale verrà smaltito dalla Ecorec, che elargirà un contributo alle 8 scuole coinvolte e alla onlus

Recuperare l’olio da cucina esausto e trasformarlo in nuova risorsa, insegnando allo stesso tempo ai bambini che si può fare concretamente qualcosa per aiutare l’ambiente e gli altri: il progetto si chiama “Oli-ndo”, è firmato da Amiu ed è partito il 7 gennaio in 8 istituti scolastici genovesi.

Lo sviluppo è semplice, Amiu ha posizionato dei raccoglitori all’interno delle scuole in cui i bambini o i genitori potranno portare l’olio da cucina usato, che verrà utilizzato per produrre biocarburante o glicerina per la cosmesi. Ecorec, l’azienda che si occupa della raccolta e del riciclo, per ogni chilogrammo di olio recuperato riconoscerà un contributo alla onlus Gigi Ghirotti, che si occupa dell'assistenza ai malati terminali, per aiutarla ad acquistare nuovi letti per gli hospice di Bolzaneto e Albaro. Allo stesso tempo anche le scuole riceveranno un contribuito per l’acquisto del materiale didattico.

«Ogni anno in media si sversano cinque chili di olio esausto nell'ambiente, una quantità capace di inquinare circa 5.000 metri quadrati di mare - ha detto l'assessore regionale alla scuola, Ilaria Cavo - Sono numeri che fanno capire quanto sia importante sensibilizzare e informare su questo tema specifico, a partire dai ragazzi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto rientra nell'ambito delle attività educative di "differenziata 10 e lode", iniziativa di Amiu per le scuole patrocinata dalla Regione Liguria, che vede il coinvolgimento di 60 istituti e 206 classi. Attualmente, Amiu ritira l'olio esausto nelle tre isole ecologiche di Staglieno, Pra' e Pontedecimo e attraverso i punti mobili di raccolta ecovan ed ecocar. Alcuni contenitori sono presenti in supermercati e impianti sportivi. In un anno, la raccolta complessiva si ferma però a 40 tonnellate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

Torna su
GenovaToday è in caricamento