No Tav Genova: 71 denunciati per scontri visita Caselli

Sono tutti accusati di manifestazione non autorizzata, mentre a vario titolo devono rispondere di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, travisamento, imbrattamento e danneggiamento di edifici e detenzione illecita di armi

La Digos di Genova ha denunciato 71 antagonisti, legati al movimento No Tav, che nel febbraio scorso hanno dato vita a disordini e proteste per impedire la presentazione del libro del procuratore capo di Torino, Gian Carlo Caselli.

Sono tutti accusati di manifestazione non autorizzata, mentre a vario titolo devono rispondere di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, travisamento, imbrattamento e danneggiamento di edifici e detenzione illecita di armi.

Caselli era giunto nel capoluogo ligure per la presentazione del suo ultimo libro, 'Assalto alla giustizia', svoltasi a Palazzo Tursi, sede del Comune. Nel centro di Genova era stato organizzato un corteo di protesta da parte di attivisti No Tav, che era sfociato in insulti, scritte sui muri e bombe carta nei vicoli del centro storico (Ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento