Inchiesta Morandi, nominato nuovo traduttore per la "super perizia" svizzera

Si tratta dell'ingegnere Hansjoerg Letzner, consulente del tribunale di Bolzano, cui è affidato il compito di tradurre la relazione dell'Empa

Nei giorni in cui ci si prepara a smontare un altro pezzo del troncone ovest del ponte Morandi, proseguono indagini e accertamenti tecnici nell'ambito dell'inchiesta sul crollo, che il 14 agosto del 2018 ha causato la morte di 43 persone.

Il giudice per le indagini preliminari, Angela Nutini, ha proprio oggi affidato all’ingegnere Hansjoerg Letzner, consulente del tribunale di Bolzano, il compito di tradurre nuovamente la perizia firmati il laboratorio dell'Empa (Swiss Federal Laboratories for Materials Science and Technology), in Svizzera, in cui erano stati portati i reperti del viadotto raccolti dalla Squadra Mobile della questura e custoditi all'interno dell'hangar messo a disposizione in zona Campi da Amiu. Letzner, 70 anni, è specializzato in strutture, appalti pubblici, opere edili, idrauliche e stradali e urbanistica, ed è vice presidente dell'European Council of Engineers Chambers.

La nuova traduzione era stata richiesta lo scorso 8 febbraio dagli avvocati di Autostrade per l'Italia, che avevano contestato il fatto che la lunga e complessa relazione fosse stata tradotta senza la presenza dei consulenti di tutte le parti in causa (comprese dunque anche quelle civili). Il giudice ha fissato per il 18 marzo la data per la consegna della traduzione, e per il 27 quella per la discussione della stessa, autorizzando dunque gli avvocati degli indagati a partecipare alle operazioni con propri consulenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In mattinata è stato inoltre sentito come persona informata sui fatti  Vito Gamberale, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia dal 2000 al 2006. Il manager è stato ascoltato per oltre due ore e mezza dal pubblico ministero Massimo Terrile, che ha chiesto chiarimenti sugli investimenti per la manutenzione del Morandi e sule modalità con cui venivano eseguiti i controlli e i monitoraggi nel periodo della sua gestione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

Torna su
GenovaToday è in caricamento