Morandi, continuano i test e si avanza verso l'inizio della demolizione

Le prime prove di carico con due maxi carrelli da 31 tonnellate ciascuno si sono concluse positivamente. Aumenta il peso per la seconda tornata

Proseguono le prove di carico sul troncone ovest del ponte Morandi iniziate sabato mattina, quando su quanto resta della struttura sono arrivati nuovamente uomini e mezzi a 5 mesi dalla tragedia del crollo, in cui 43 persone sono rimaste uccise.

Nello specifio, due carrelli radiocomandati (Self propelled modular transporter) composti ognuno da motore e sei assi da 31 tonnellate ciascuno, sono stati assemblati all'uscita della galleria che porta al viadotto, uno per ciascuna carreggiata. Sui carrelli sono state installate telecamere per verificare il posizionamento in remoto, e l'operatore ha manovrato a distanza un carrello per volta tramite un radiocomando, prima sulla careggiata nord e successivamente sulla sud.

Prove di carico in vista della demolizione, sul Morandi tornano uomini e mezzi | Video

La prova di carico è stata effettuata posizionando ogni singolo carrello in postazioni prestabilite in modo da poter misurare le deformazioni dei singoli impalcati del viadotto, e le misurazioni sono state effettuate con estrema precisione millimetrica grazie a un sistema di teodoliti, strumento ottico per la misurazione delle deformazioni degli impalcati: l'obiettivo è capire quanto peso la struttura possa reggere in vista della prima parte della demolizione, quella che riguarderà proprio il troncone ovest e comporterà l'utilizzo della tecnica dello "strand jack", con cui il ponte verrà tagliato in sezione calate poi al suolo con cavi e piattaforme.

Domenica mattina operai e tecnici di Omini e Fagioli sono tornati sul ponte utilizzando lo stesso sistema di carrelli, cui hanno però aggiunto un contrappeso da 11 tonnellate per ciascuno. Se i test daranno nuovamente esito positivo è molto probabile che tra il 21 e il 24 gennaio i primi pezzi di ponte «inizieranno a cadere giù», come ha confermato anche il sindaco commissario Marco Bucci. Corso Perrone, la strada che corre proprio sotto il troncone ovest del Morandi, resta chiusa sino a quando le prove non saranno terminate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Scooter contro auto della polizia, un morto

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse nei municipi Ponente e Medio Ponente, allagamenti nella notte e caos viabilità

  • Incidente al casello, un morto

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • A San Desiderio l'ultimo saluto a Luca

Torna su
GenovaToday è in caricamento