Inchiesta crollo Morandi, la Procura convoca Delrio e Di Pietro

Il 19 e 21 dicembre i due ex ministri saranno sentiti in procura come persone informate sui fatti nell'ambito dell'inchiesta sul crollo di ponte Morandi

Il procuratore Francesco Cozzi

Gli ex ministri alle Infrastrutture Graziano Delrio e Antonio Di Pietro verranno chiamati per essere ascoltati come persone informate sui fatti nell'ambito dell'inchiesta della procura di Genova sul crollo di ponte Morandi, la tragedia nella quale lo scorso 14 agosto persero la vita 43 persone. Lo confermano fonti giudiziarie. I due ex ministri verranno sentiti dai pm rispettivamente il 19 e il 21 dicembre prossimi.

Le testimonianze potrebbero contribuire a chiarire il quadro complessivo ripercorrendo le fasi del periodo antecedente il crollo. Negli anni in cui Delrio era stato titolare alle Infrastrutture si era svolto l'iter per arrivare al piano di retrofitting, la ristrutturazione del viadotto Polcevera. Durante il periodo in cui il ministero fu guidato da Di Pietro invece venne firmata dal governo la convenzione con Autostrade.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo a Genova si è corsa la maratona, con un percorso allungato fino a 43 chilometri in memoria delle vittime del crollo. Nel pomeriggio in centro la festa con spettacolo pirotecnico per la prima dell'Aida. «L'ultima volta che ci siamo visti in questa piazza era il 14 settembre, a un mese dal crollo di ponte Morandi - ha dichiarato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti prima di dare il via ai fuochi d'artificio -. Oggi siamo ancora qui, in una piazza che passa da quella commozione all'emozione di un Natale che speriamo sia felice, prospero per i nostri commercianti, di serenità per le famiglie genovesi, di speranze per quello che ci riserva l'anno nuovo. Iniziano le feste con un grande spettacolo che celebra anche il nostro teatro, il Carlo Felice, che è la casa della musica di tutti noi, e un simbolo della cultura ligure e genovese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus: 1478 positivi in Liguria, 205 in più rispetto a sabato

Torna su
GenovaToday è in caricamento