Demolizione Morandi, arrivate le maxi gru. Attesa per apertura via Fillak e rampa Lotto 10

Saranno necessari 30 trasporti eccezionali e 80 normali per portare l'attrezzatura in zona cantiere, 8 i giorni per montarle. Intanto i cittadini, attraverso gli osservatori, si interrogano su viabilità e ambiente

Sono arrivate in porto a Genova lunedì, in pezzi, pronte per essere trasferite nella zona rossa del ponte Morandi e montate nei pressi della pila 8 per allestire la demolizione meccanica: sono le 5 maxi gru sbarcate dalla nave olandese Constance, ordinate dall'associazione temporanea di imprese cui è stato assegnato il cantiere dopo la decisione di rinunciare all’esplosivo per abbattere il manufatto.

Una decina i giorni necessari per trasportare i pezzi delle maxi gru (oltre 2500 tonnellate di attrezzature) sino a Campi con una trentina di trasporti eccezionali e 80 normali, il che significa che la demolizione non potrà iniziare prima della fine di marzo, complice anche la necessità di montarle, operazione per cui saranno necessari 8 giorni: nel mezzo, la calata di un’altra trave tampone, la quinta sezione di impalcato che sta tra le pile 3 e 4.

In attesa di conoscere nel dettaglio i tempi della demolizione (le gru verranno utilizzate per abbattere tutte le pile del troncone ovest), nel pomeriggio di lunedì si sono riuniti per la seconda volta dalla loro istituzione i due osservatori istituiti dal sindaco-commissario Marco Bucci per fare da tramite tra struttura commissariale, comitati e cittadini e portare alla luce problemi, critiche e istanze. 

Viabilità, attesa per l’apertura di via Fillak e della rampa del Lotto 10

L’osservatorio Viabilità, presieduto dall’assessore del Municipio Medio Ponente, Caterina Patrocinio, ha analizzato in particolare la situazione al Campasso (già discussa anche nel corso di un tavolo organizzato nel Municipio Centro Ovest) e illustrato i lavori previsti per i municipi coinvolti direttamente nel cantiere per la demolizione e ricostruzione. 

Focus anche sulla seconda rampa del lotto 10, che dovrebbe venire aperta a giorni collegando direttamente Guido Rossa e casello di Genova Aeroporto su due corsie per senso di marcia, e su via Fillak, che dovrebbe riaprire nel momento in cui verranno montate le sei torri d’acciaio necessarie per mettere in sicurezza il troncone est del Morandi: a quel punto sarà possibile anche far rientrare gli sfollati nelle loro case per l’ultima volta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’osservatorio Ambiente, invece, si è concentrato sulle istanze relative alle polveri e all’inquinamento acustico e ambientale prodotto dai cantieri. I Municipi hanno chiesto l’installazione e l’attivazione di più centraline e di un info point lato Campi per fornire informazioni a tutti i cittadini. Le risposte del sindaco sono attese per giovedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento