Tartaruga azzannatrice trovata nel lago di Val Noci

L'animale, di circa 5 chilogrammi, è stato affidato a un centro specializzato e autorizzato al ricovero di animali pericolosi

I Carabinieri Forestali di Montoggio sono intervenuti, su segnalazione dei guardiani della società Iren della diga del Lago di Val Noci, per il recupero di una tartaruga di circa 5 chilogrammi trovata nei pressi del canale di scarico della diga.

Per le dimensioni e per le caratteristiche fisiche dell’animale è stata ipotizzata l’appartenenza alla specie Tartaruga Azzannatrice (Chelydra Serpentina). L’esemplare è stato quindi prelevato e portato presso l’Acquario di Genova per una temporanea collocazione e per eventuali cure veterinarie. Questa specie è inserita nella lista degli animali considerati pericolosi per la pubblica incolumità e la detenzione è soggetta ad autorizzazione del Prefetto.

Successivamente l'animale è stato affidato a un centro specializzato e autorizzato al ricovero di animali considerati pericolosi ed è stata inoltrata alla Procura della Repubblica di Genova una denuncia contro ignoti per abbandoni e detenzione di animali considerati pericolosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus, ecco il nuovo modulo di auto-certificazione per gli spostamenti

Torna su
GenovaToday è in caricamento