Funghi, un genovese si laurea campione del mondo

Giuseppe De Moro ha battuto una concorrenza di 700 cercatori di funghi aggiudicandosi il titolo per il secondo anno consecutivo

Il Campionato mondiale del fungo parla genovese grazie a Giuseppe De Moro che, per il secondo anno consecutivo, ha trionfato a Cerreto Laghi in Emilia Romagna nella kermesse dedicata alla ricerca dei funghi che si è tenuta domenica 8 ottobre.

Secondo successo consecutivo per Giuseppe De Moro

Circa 700 i partecipanti alla ricerca che, in totale hanno raccolto circa 230 chili di funghi. Giueppe De Moro si è aggiudato il titolo raccogliendo ben tre chili, alla pari di Mirco Cannoni di Arezzo e Lorenzo Giammona della Spezia, ma vincitore perchè si è presentato per primo alla pesa del raccolto. Diverse le classifiche stilate, come quella riservata alle donne (vinta da Dania Campanella di Como), quella per il fungo più bello dove ha trionfato Andrea di Cosimo (Urbino), quella per il fungo più pesante (930 grammi quello trovato da Tatiana Matei di Vicenza) e infine il premio fedeltà per la presenza più assidua, un premio vinto da un giapponese, Daisuke Miyagawa. 

Raccolta funghi & pulizia di boschi

Alla raccolta di funghi è stato abbinato anche l'impegno per la pulizia dei boschi e la raccolta dei rifiuti.Complessivamente i boschi sono stati ripuliti di 130 chilogrammi di spazzatura ed è stata anche stilata una classifica combinata con funghi e rifiuti  A vincere Luca Vaccari con 20 chili; la classifica a squadre invece è stata vinta dai fungaioli di Ravenna (14 chili) davanti a un gruppo di Imola (10 chili).

Ringraziamenti & dediche

E proprio il vincitore, Giuseppe De Moro, ha commentato attraverso un vieo su facebook. «Per me è stata una bella soddisfazione vincere per il secondo anno consecutivo, ringrazio tutti gli organizzatori che si sono prodigati per questa meravigliosa e numerosissima gara. Faccio i complimenti agli amici del Monte Penna dei quali ho portato la maglia, sono contento di aver vinto con i loro colori anche perché è una delle zone che prediligo nella mia attività. Complimenti anche a tutti i partecipanti che mi hanno dato filo da torcere, ogni anno è sempre più dura, ci sono persone preparate e con un ottimo occhio».

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento