Scarsa igiene nell'accampamento, dove vive anche un bambino

Un 63enne e due giovani sono stati denunciati per vari reati in salita Ai Molini di Cicala in val Bisagno

Mercoledì 14 novembre 2018 i carabinieri della stazione di Marassi, insieme a personale della stazione Forestale di Prato, hanno denunciato per furto aggravato, invasione di terreni e per violazioni delle leggi ambientali e maltrattamenti in famiglia tre romeni pregiudicati, un 63enne, un 25enne e una 27enne, tutti senza fissa dimora.

I tre, dopo avere invaso un terreno in salita Molini di Cicala, hanno realizzato un accampamento abusivo, costituto da tre capanne, con un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica e abbandonando sul terreno materiali inquinanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso delle operazioni i militari hanno accertato la presenza nell'accampamento del figlio minore della donna, accudito in ambienti dalle pessime condizioni igieniche, per cui, oltre alla segnalazione all'autorità giudiziaria, è scattata quella ai servizi sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Passeggiate con i bimbi, è polemica. Il post del medico fa il giro del web: «Ecco perché è meglio di no»

  • Coronavirus, lo studio: «Ecco quando dovrebbe azzerarsi il contagio»

Torna su
GenovaToday è in caricamento