Aggressioni e minacce nei confronti della ex: arrestato stalker

Gli scontri tra i due sono iniziati a causa di divergenze di opinione sull'educazione del figlio

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 47enne italiano colto sul fatto mentre minacciava e perseguitava l'ex compagna.

L’arresto giunge al termine di una serie di indagini condotte dalla Squadra Mobile di Genova a seguito di due denunce sporte dalla vittima, a pochi giorni l’una dall’altra, nel mese di settembre.

Scontri sull'educazione del figlio

La donna ha raccontato di aver avuto una relazione con l’uomo e di aver mantenuto con lo stesso, dopo essersi lasciati, un rapporto per un primo periodo “civile”. Tuttavia, a partire dal 2017, sono nati i primi dissapori a causa di divergenze d’opinione sull’educazione del figlio, nato dalla relazione tra i due.

Sono iniziate così le prime aggressioni: prima urla e insulti nei confronti della donna, poi, con il passare dei mesi, vere e proprie minacce di ripercussioni fisiche.

Gli episodi più gravi

Due gli episodi più preoccupanti, avvenuti a settembre di quest’anno a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro: il primo, un’aggressione subita dalla donna ad inizio mese quando, raggiunta dall’uomo in spiaggia, era stata da quest’ultimo insultata, minacciata e colpita con dei pugni. Non contento, l’uomo le aveva sottratto le chiavi di casa e scaraventato a terra il telefono cellulare.

Nei giorni successivi, aveva continuato a perseguitare con continue telefonate e messaggi la donna fino al secondo episodio, quando si era presentato sotto casa dell’ex tentando di entrare in modo violento.

Dopo ognuno di questi due fatti, la vittima si era sentita costretta a rifugiarsi per qualche giorno da parenti fuori Genova, temendo per l’incolumità propria e del figlio.

Le indagini e l'arresto

L’attività investigativa, condotta anche grazie ad attività tecnica e coordinata dalla Procura di Genova, ha consentito ai poliziotti di documentare la volontà dell’uomo di recarsi nuovamente dalla donna con la ferma volontà di usare violenza nei suoi confronti.

Per tale motivo, gli agenti hanno intensificato l’attività di osservazione e controllo che ha consentito di intercettarlo al suo arrivo presso l’abitazione della donna, dove è stato bloccato mentre - decisamente agitato - suonava insistentemente per farsi aprire.

Arrestato in flagranza per minacce ed atti persecutori l’uomo, con numerosi precedenti di polizia anche specifici, è stato portato al carcere di Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento