Piogge e temporali sulla Liguria, sabato di allerta meteo

Dalle 6 su bacini piccoli e medi, dalle 15 su quelli grandi, dalle 20 scatta l'arancione. Allertati Coc e Protezione Civile, che nelle prossime ore aggiorneranno su eventuali peggioramenti

Come previsto, il maltempo si è abbattuto sulla Liguria già dalle prime ore di sabato, giornata di allerta. Emanata venerdì dalla Protezione Civile regionale e dall’Arpal, riguarda tutte le zone della regione, e nel corso della mattinata è stata modificata da gialla ad arancione per alcune zone: qui tutti i dettagli e gli aggiornamenti.

Allerta gialla, la situazione sabato mattina

Sino alle 15, dunque,  l’allerta gialla è in atto solo sui bacini piccoli e medi di tutte le zone. Le piogge interessano in particolare il settore centrale e orientale della regione, meno quello di Ponente.

Per quanto riguarda le cumulate, Premanico (Genova) sta registrando una cumulata oraria di 27 millimetri (8.8 in 5 minuti, 16.2 in 15), ma dalla mezzanotte il dato più elevato è quello di Isoverde (Genova) con 41.2 millimetri, seguito da Cabanne di Rezzoaglio (Genova) con 35.8, da Monte Pennello (Genova) con 26.4, da Genova Quarto con 25.4, Busalla (Genova) con 24.8. Nello spezzino sulle 12 ore, 17.6 millimetri a Scurtabò, a Ponente 13.4 a Imperia Osservatorio Meteo Sismico.

Da segnalare anche il rinforzo dei venti dai quadranti meridionali, moderati o forti (raffiche a 97.9 km/h a Casoni di Suvero e 91.8 a Fontana Fresca) e il mare, alla boa di Capo Mele tra mosso e molto mosso (temperatura dell’acqua 20.8).

Un veloce cenno alle temperature della notte con la minima a Poggio Fearza (Imperia) con 4.9 e il valore più alto a Levanto (La Spezia) con 18.9.

Traffico e circolazione in città

La pioggia non sembra avere creato particolari problemi al traffico: intorno alle 9 il quadrilatero "problematico" di ponente, e cioè Albareto, Siffredi, Manara, Hermada, sopporta senza problemi il flusso di veicoli, regolare e scorrevole.

Traffico regolare anche sulla Guido Rossa e in piazza Savio, mentre via 30 Giugno 1960 resta presidiata dalle pattugie della Polizia Locale. Circolazione scorrevole anche in zona casello autostradale Bolzaneto, rotonda Casalini, e sulla Sopraelevata.

Zona rossa, fermi i rientri degli sfollati

Così come già annunciato, con qualsiasi tipo di allerta la zona rossa (quella su cui restano in bilico i due tronconi rimasti del ponte Morandi, e dove corre il Polcevera) viene immediatamente evacuata. Si fermano, così, le operazioni di recupero dei beni degli sfollati, iniziate il 19 ottobre e proseguite senza intoppi sino a oggi.

Troppo rischioso, però, accompagnare i cittadini all'interno dei palazzi a rischio sotto una pioggia battente: tutte le operazioni sono coordinate dai Vigili del fuoco, che insieme con Comune e Protezione Civile hanno stabilito di proseguire soltanto in condizioni meteo prive di criticità.

Allerta gialla, le disposizioni del Comune

Il quadro metereologico, però, è in continuo cambiamento e aggiornamento, e in vista di quelli che Arpal considera probabili peggioramenti nel corso della giornata potrebbero arrivare dalla Protezione Civile nuovi indicazione sul colore dell’allerta. Nel frattempo, con l’avviso di livello giallo per piogge diffuse e temporali, il Coc (Centro Operativo Comunale) si è riunito alle 16 di venerdì e, sulla base della dichiarazione di stato di allerta, ha messo in atto le azioni previste dal Piano Comunale di Emergenza per la gestione del rischio meteo-idrogeologico.

Per tutta la durata dell’allerta, in particolare, saranno monitorati i principali corsi d’acqua del territorio comunale da parte di quattro pattuglie dei Volontari di Protezione Civile , oltre a una pattuglia aggiuntiva dedicata alla zona della Valpolcevera.

Ai provvedimento del Comune si aggiungono i comportamenti di autoprotezione raccomandati dalle istituzioni, tra cui:

  • predisporre paratie a protezione dei locali al piano strada, chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare i beni mobili che si trovano in locali allagabili;
  • porre al sicuro i propri veicoli in zone non raggiungibili dall’allagamento;
  • limitare gli spostamenti a esigenze di effettiva necessità;
  • tenersi aggiornati sull’evolversi della situazione e prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità, da radio, tv e tutte le altre fonti di informazione.

Le zone di allerta della Liguria

A: lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa 
B: lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, val Polcevera e alta val Bisagno 
C: lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e valle Sturla 
D: valle Stura ed entroterra savonese fino alla val Bormida
E: valle Scrivia, val d’Aveto e val Trebbia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

Torna su
GenovaToday è in caricamento