Liguria, dal 1 marzo i medicinali "salva vita" in farmacia

Senza ticket o costi aggiuntivi, e senza dover andare in ospedale: la sperimentazione riguarderà tutti i farmaci classificati "A-PHT"

Da oggi, giovedì 1 marzo, in tutta la Liguria i farmaci "salva vita" saranno distribuiti con una nuova modalità: i cittadini potranno ritirarli direttamente nelle 584 farmacie convenzionate sul territorio, senza ticket né costi aggiuntivi. E senza andare in ospedale.

La sperimentazione riguarderà tutti farmaci classificati come "A-PHT", e che serviranno a curare o affrontare anemia mediterranea, artrite reumatoide, diabete, epatite cronica C, infezioni virali, citamegalovirus, hiv, morbo di Parkinson, sclerosi multipla, prevenzione dell'ictus, trapianto d'organo e sindromi coronariche.

Secondo le stime, saranno circa un milione e 400mila i farmaci "salva vita" erogati ogni anno, per oltre 450 specialità di medicinali, 115 principi attivi e una sessantina di aziende farmaceutiche coinvolte.

«Un altro passo per facilitare la vita ai malati» commenta l'assessore regionale alla Sanità Sonia Viale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Ladro entra in casa nella notte: 17enne difende la sorellina e lo mette in fuga

Torna su
GenovaToday è in caricamento