Spese pazze, condannato il nuovo sindaco di Cicagna

Anche Marco Limoncini, eletto con la tornata elettorale di domenica 26 maggio, è nell'elenco degli ex consiglieri regionali condannati nell'ambito del processo

C'è anche Marco Limoncini tra i condannati in primo grado nell'ambito del processo "spese pazze" in Regione Liguria. Limoncini, eletto sindaco di Cicagna domenica 26 maggio, deve quindi lasciare l'incarico dopo appena tre giorni dalla conferma della carica.

Al suo posto, per un anno, sarà la vice sindaco Sonia Gardella a occuparsi dell'amministrazione del piccolo Comune della Valfontanabuona, in attesa delle nuove elezioni previste tra un anno.

Limoncini, che di Cicagna è già stato sindaco dal 2004 al 2009 e poi per un anno ancora prima di essere eletto in Regione Liguria con Udc, è stato condannato a 3 anni di reclusione. Come lui, anche Gino Garibaldi, neo eletto sindaco di Cogorno, è stato condannato nell'ambito dello stesso processo e deve quindi lasciare il mandato alla vicesindaco Enrica Sommariva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Le orche non lasciano il porto: «Hanno perso peso». Si cerca il corpo del piccolo

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

Torna su
GenovaToday è in caricamento