Spese pazze, condannato il nuovo sindaco di Cicagna

Anche Marco Limoncini, eletto con la tornata elettorale di domenica 26 maggio, è nell'elenco degli ex consiglieri regionali condannati nell'ambito del processo

C'è anche Marco Limoncini tra i condannati in primo grado nell'ambito del processo "spese pazze" in Regione Liguria. Limoncini, eletto sindaco di Cicagna domenica 26 maggio, deve quindi lasciare l'incarico dopo appena tre giorni dalla conferma della carica.

Al suo posto, per un anno, sarà la vice sindaco Sonia Gardella a occuparsi dell'amministrazione del piccolo Comune della Valfontanabuona, in attesa delle nuove elezioni previste tra un anno.

Limoncini, che di Cicagna è già stato sindaco dal 2004 al 2009 e poi per un anno ancora prima di essere eletto in Regione Liguria con Udc, è stato condannato a 3 anni di reclusione. Come lui, anche Gino Garibaldi, neo eletto sindaco di Cogorno, è stato condannato nell'ambito dello stesso processo e deve quindi lasciare il mandato alla vicesindaco Enrica Sommariva.

Potrebbe interessarti

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

Torna su
GenovaToday è in caricamento