Detenuto sale su una guardiola per ottenere il trasferimento

Dopo una mezz'ora circa, il comandante della polizia penitenziaria l'ha convinto a scendere

Nella tarda mattinata di ieri un detenuto di nazionalità italiana, ma di origine magrebina, ha dato vita a una clamorosa protesta salendo sul tetto del gabbiotto della polizia penitenziaria all'interno dei passeggi della seconda sezione del carcere genovese.

Il detenuto ha motivato la protesta adducendo di voler essere trasferito. Solo dopo una laboriosa e articolata contrattazione con il comandante, durata più di mezz'ora, il detenuto, considerato violento per precedenti aggressioni al personale di polizia, ha terminato la protesta e si è consegnato al personale di polizia penitenziaria del carcere.

Il detenuto ora si trova in isolamento precauzionale nel reparto sesta sezione. Fabio Pagani, segretario regionale Uilpa polizia penitenziaria, esprimere vivo apprezzamento al personale di polizia penitenziaria di Marassi per la professionalità con cui ha gestito l'evento critico senza che ne scaturissero episodi violenti o il ricorso a mezzi coercitivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento