Un parco di 6mila mq, negozi e parcheggi: il progetto per l'ex mercato di corso Sardegna

Svelati i dettagli sul futuro dell'area che sorge nel cuore di Marassi: una grande area verde, botteghe e studi professionali e nuovi posti auto. Si aspetta adesso un finanziatore

«Si può fare», direbbe il compianto Gene Wilder tra il serio e il faceto. Ma citazioni cinematografiche a parte, sembra che, trovato l’accordo con la Soprintendenza, il progetto di riqualificazione del mercato di corso Sardegna possa finalmente decollare, restituendo ai residenti di Marassi un’area di oltre 20mila metri quadrati che per anni è rimasta abbandonata a se stessa.

Che cosa sorgerà nell'ex mercato

I dettagli sono stati svelati in mattinata nel corso di un incontro cui hanno preso parte il sindaco Marco Bucci, l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Paolo Fanghella, e il presidente del Municipio Bassa Valbisagno, Massimo Ferrante: al centro del progetto resta la tanto desiderata area verde, uno spazio di 6.750 metri quadrati che per il quartiere potrebbe trasformarsi in un polmone verde con aiuole fiorite, alberi, spazi per studiare all’aperto, aree gioco e sport per i bambini e un palco da dedicare a manifestazioni, eventi, cineforum e altre iniziative organizzate da Municipio e associazioni di quartiere.

«Lo scopo di questa amministrazione era realizzare un’area a servizio del quartiere, e l’area verde ci è sembrata da subito la scelta più opportuna - ha confermato l’assessore Fanghella - Il mercato era già oggetto di un progetto di riqualificazione datato 2016, che è però stato rivisto: inizialmente la Soprintendenza aveva chiesto che venissero mantenuti tutti gli edifici, obbligo che rendeva impossibile abbattere quelli non vincolati per realizzare il parco. Abbiamo però avuto diversi incontri con il soprintendente Vincenzo Tiné, che si è detto d’accordo alla demolizione delle parti non vincolate, a patto di sviluppare la progettazione del parco in modo concertato e di mantenere nell’area verde manufatti storici che testimonino la dimensione del mercato». 

La restante superficie dell’ex mercato verrà invece occupata da negozi, studi medici e professionali e botteghe di quartiere (cui verranno riservati  oltre 7.200 metri quadrati, 1.000 dei quali andranno a supermercato che verrà trasferito da un’altra area), da un parcheggio (5.840 metri quadrati) e da locali destinati al Municipio (300 metri quadrati).

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Tempi e costi di realizzazione

Un progetto ambizioso, che una volta eliminati gli ostacoli legati ai vincoli deve adesso trovare finanziatori: il costo stimato per la riqualificazione è di circa 30 milioni di euro, denaro che verrà interamente investito da un soggetto esterno che si farà carico sia dei lavori di demolizione e costruzione sia della realizzazione del parco, della manutenzione e della successiva gestione affidando gli spazi commerciali. 

Il Comune punta dunque sul project financing, invitando aziende e società a investire nell’ex mercato sottolineando come i costi sostenuti verranno ripagati dai flussi di cassa derivanti dalla gestione della nuova struttura: stando a quanto dichiarato dal sindaco Bucci, alcune manifestazioni di interesse sarebbero già arrivate sul tavolo dell’amministrazione comunale, ma ancora nulla trapela sull’identità dei possibili investitori. E sui tempi necessari per realizzare un’opera che i residenti del quartiere aspettano ormai da anni.

Allo scetticismo di chi ha visto le proposte arrivare e poi cadere nel vuoto, però, il sindaco Bucci risponde con l’ottimismo: «Ci sono già persone interessate, e contiamo di non dover aspettare molto per iniziare i lavori - ha confermato - Adesso possiamo procedere in fretta, perché le carte sono a posto e la burocrazia non dovrebbe intralciarci. Sono ottimista, ma anche concreto. Non resta che trovare qualcuno davvero interessato a investire, anche se non chiudo alcuna porta, proprio per la necessità di fare in fretta: abbiamo già impiegato troppo tempo per arrivare dove siamo arrivati».

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento